CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Assisi, una Natale per le famiglie fra tante luci, colori, musica e arte

Eventi Cultura e Spettacolo Assisi Città

Assisi, una Natale per le famiglie fra tante luci, colori, musica e arte

Redazione cultura
Condividi

ASSISI – Al via il prossimo primo dicembre l’edizione 2018 del Natale ad Assisi con l’accensione delle luminarie che quest’anno riguarderanno il centro storico e le frazioni dell’intero territorio comunale con un progetto artistico di illuminazione originale elaborato in collaborazione con Confcommercio. Nello stesso giorno in piazza del Comune si illuminerà anche “l’Albero di Alberi”. La composizione di oltre ottanta piante a fine evento sarà messa a dimora nell’ambito del progetto “Un albero per ogni nuovo nato”, particolarmente significativa la presentazione nella data odierna (21 novembre), “Giornata Nazionale degli Alberi”. L’ecoalbero, in collaborazione con la Società Culturale Arnaldo Fortini di Assisi, sarà arricchito da addobbi creati dai bambini e dai ragazzi dell’Istituto Serafico. Gli alunni della Scuola Primaria del Convitto Nazionale di Assisi allieteranno l’accensione dell’albero con melodie e brani natalizi. Per le vie del centro, con tappa nei principali luoghi di culto e di attrazione della città, bambini e famiglie potranno salire gratuitamente a bordo del Trenino di Natale fin dal primo fine settimana del mese di dicembre.

Il Comune di Assisi per le festività natalizie 2018 ha deciso di potenziare in modo particolare l’offerta dedicata alle famiglie con attività ludiche, laboratori ed esperienze creative rivolte ai bambini e ai loro genitori in modo particolare. Nei luoghi della cultura di Assisi (Foro romano e museo archeologico, Pinacoteca Comunale e Biblioteca) si terranno animazioni, incontri d’arte per i piccoli, giochi e momenti conviviali. Dall’8 dicembre al Monte Frumentario si apriranno le porte della Casa di Babbo Natale e Babbo Natale e gli Elfi accoglieranno grandi e piccini per vivere la magia delle feste.

Musica – Il Natale ad Assisi quest’anno potenzierà la sezione musica con grandi presenze nazionali ed internazionali come il Concerto di Natale Gospel del famoso gruppo New Direction Gospel Choir of Tennessee State alla Abbazia di San Pietro, grazie alla preziosa collaborazione della Fondazione Umbria Jazz e il significativo sostegno della Fondazione di Cassa Risparmio di Perugia. La musica antica, di repertorio medievale e rinascimentale, con “Voci: storie di donne, madri, mistiche, visionarie”, entrerà nella sala degli Sposi di palazzo Vallemani, tra i dipinti della Pinacoteca e gli affreschi del Palazzo, attraverso le voci e i suoni di Patrizia Bovi e Katerina Ghannudi. Ancora, il Grand Concerto di Capodanno al Lyrick con la partecipazione straordinaria del soprano Desirée Rancatore e del tenore David Sotgiu, il Coro e Orchestra “Città di Assisi” Cantori di Assisi – Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco – Commedia Harmonica con la direzione del maestro Padre Giuseppe Magrino ofm conv. Un ricco programma di concerti e di esibizioni corali, si svolgerà per l’intero periodo delle festività tra luoghi mistici del centro storico e ambientazioni incantate in alcune frazioni della città, a cura delle più importanti formazioni musicali di Assisi e delle Comunità religiose.

I presepi – Come sempre saranno i presepi ad essere tra i principali protagonisti. Assisi, nota in tutto il mondo per essere la “Città dei Presepi” – a San Francesco infatti si deve il primo Presepe nella storia – sarà palcoscenico indiscusso con i più bei presepi esposti nel centro cittadino in suggestivi luoghi della città medievale. Le sale dei palazzi storici, dalla piazza e per le vie del centro, ospiteranno la “Mostra dei Presepi della Terra Santa”, il “Presepe Artistico Napoletano del ‘700” con il contributo di Antonietta Mancinelli Angeletti, la “Mostra dei Presepi artistici” a cura dell’associazione L’Isola che non c’è con Franco Paccamiccio e la “Mostra d’arte presepiale” a cura del Club UNESCO Assisi ricca di tanti esemplari provenienti da più parti d’Italia. Ma Assisi sarà una città – presepe, perché ogni angolo e via del centro storico sarà impreziosita da tanti piccoli e grandi presepi, realizzati da cittadini, dagli alunni delle scuole, dalle associazioni e dalle parrocchie e ogni singola opera contribuirà a restituirci il vero significato del Presepe. Attese come ogni anno la rappresentazione delle scene dei Presepi Viventi di Armenzano, Petrignano e San Gregorio.

Videoarte – Per il Natale 2018 la città serafica si farà ancora più bella e diventerà luminosa grazie alle grandi proiezioni sugli edifici storici della piazza del Comune. Qui le bellezze della Città di Assisi tra passato, memorie, ricordi dell’infanzia, opere d’arte, saranno rese ancor più incantevoli grazie alle nuove tecnologie. Quest’anno le proiezioni di videoarte sonore e visive, saranno in grado di stupire, emozionare e trasportare il pubblico in un viaggio virtuale di grande impatto emotivo. Ci si potrà “immergere”, come catturati in un mondo tridimensionale: grazie alla tecnica del videomapping, ci si ritoverà in uno spettacolo che celebra la bellezza del comune umbro unendo il passato, rappresentato dalle immagini nella nostra memoria, il presente dei paesaggi e il futuro delle nuove tecnologie. Elaborazioni grafiche e sonore saranno in grado di stupire, emozionare e trasportare il pubblico in un viaggio virtuale di grande impatto emotivo. Emozioni che si susseguiranno con ritmo incalzante valorizzando alcuni degli spazi più rappresentativi di Assisi.

Arte e celebrazioni – Le Basiliche Papali di San Francesco e Santa Maria degli Angeli, il Duomo di San Rufino e le altre bellissime chiese di Assisi saranno meta spirituale e religiosa con una intensa programmazione di celebrazione liturgiche arricchite dalla esibizione dei tanti cori presenti in Città. L’arte visiva sarà protagonista con alcune importanti mostre a partire da “Assisi amata città” Enzo Morelli e l’arte della conciliazione Opere 1922-1931, esposizione che omaggia il pittore che ha eseguito la decorazione della sala della Conciliazione con opere provenienti da Milano, Assisi, Bagnacavallo e Gubbio, a cura di “Assisi Rinnovata – Arnaldo e Gemma Fortini” del Comune di Assisi e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Sarà arricchita con tre importanti focus sulla figura dell’artista e del suo legame con Assisi. A palazzo Monte Frumentario l’arte si tingerà invece di forti tinte e colori con “Antonio Fiore Ufagrà. Dal post-futurismo alla cosmopittura con i futuristi della sua collezione da Balla a Dottori”, celebrazione del pittore post-futurista con un antologica nella ricorrenza dei suoi 80 anni di vita e 40 di carriera. In mostra opere di arte sacra, civile, inediti realizzati per Assisi e capolavori della sua collezione privata di Balla, Benedetto, Bruschetti, Monachesi e Dottori.

“Il Natale 2018 ad Assisi sarà la festa delle famiglie e per le famiglie – dichiara Stefania Proietti, sindaco di Assisi – con la città dedicata ai bambini e ai loro desideri. Un progetto “Family”, dai colori caldi e dai forti sentimenti; per i bambini, le famiglie e per tutti coloro che visiteranno Assisi durante il mese della “festa delle feste” abbiamo pensato quest’anno una città illuminata più che mai con istallazioni in tutto il territorio comunale grazie ad un importante investimento economico reso possibile con i proventi dell’imposta di soggiorno. Il segno delle luminarie di questo Natale è la figura dell’angelo, posizionato nelle principali piazze del centro storico e nelle frazioni ad indicare il legame di Assisi con la propria tradizione millenaria, il tutto allietato da concerti e canti per un Natale indimenticabile anche in musica”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere