CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Narni, premio Mimosa a Irene Falocco, Margherita Secondi ed Elena Sofia Posati

Cultura e Spettacolo Narni Orvieto Amelia Extra

Narni, premio Mimosa a Irene Falocco, Margherita Secondi ed Elena Sofia Posati

Redazione cultura
Condividi

Il Comune di Narni

NARNI – La paura, in tutti i suoi aspetti era il tema dell’edizione 2017 del concorso di scrittura narrativa Premio Mimosa,  promosso da Comune di Narni e associazione Minerva in occasione dell’8 marzo. Il concorso  era finalizzato a promuovere il racconto di momenti in cui siano state vissute esperienze pertinenti con la paura, “per evocare ricordi significativi, esprimere idee, sensazioni, stati d’animo, affermare ideali, sogni, punti di vista” attraverso storie vere o racconti, con protagoniste le donne.

maria-cristina-angeli

Maria Cristina Angeli, presidente dell’associazione Minerva

L’edizione 2017 incorona l’imprenditrice ternana Irene Falocco e le studentesse narnesi  Margherita Secondi ed Elena Sofia Posati. Per la categoria riservata agli adulti il secondo premio ex aequo è stato attribuito ad Alessia Maria Di Biase, avvocato di Gaeta, Rosella Belli, insegnante di Foligno e Laura Mechelli, cuoca di Terni.

Per la categoria riservata agli studenti della scuola secondaria di secondo grado seconde classificate ex aequo Domitilla Magherini dell’istituto superiore Gandhi ed Erika Para dell’istituto tecnico commerciale Einaudi. Secondo classificato infine per la categoria riservata agli alunni della scuola secondaria di primo grado il libro di Nicola Arcangeli, Elisabetta Francia, Marta Vitale, Andrea Falocco e Olga Potzasko  dell’istituto comprensivo Narni centro.

L’evento. Il premio Mimosa, promosso dal Comune di Narni e dall’Associazione Minerva MinervAArte, ha da anni importanti riscontri in ambito nazionale: oltre che dall’Umbria gli elaborati sono arrivati da diverse regioni Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Calabria e Lazio. Al tavolo delle premiazioni, oltre ai membri e alla presidente di giuria, Anna Laura Bobbi, il sindaco, Francesco De Rebotti, l’assessore Piera Piantoni, la presidente dell’Associazione Minerva Mariacristina Angeli e la responsabile del Comune Andreina Santicchia, presenti l’assessore alla cultura Gianni Giombolini, il vice sindaco Marco Mercuri e vari rappresentanti dell’amministrazione, della politica narnese, della scuola e dell’arte umbra. Le letture sono state curate dall’attrice Marzia Ubaldi. A Maria Caterina Federici è stato consegnato il Premio Minerva Narni, istituito da due anni dall’omonima associazione, una sismografia lirica appositamente creata per l’occasione dall’artista Mauro Pulcinella. Elogi per il pregio delle opere della personale dell’artista Patricia Glee Smith che, inaugurata domenica, sarà  visitabile gratuitamente alla sala Masucci del Museo Eroli fino al 17 aprile.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere