CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Narni, furto in pieno centro: rubato un migliaio di euro a giovane coppia

Cronaca e Attualità

Narni, furto in pieno centro: rubato un migliaio di euro a giovane coppia

Redazione
Condividi

NARNI – Un bottino da circa mille euro ma inestimabile a livello affettivo per il furto di alcuni oggetti subito da una giovane coppia narnese, e accaduto nella notte tra venerdì e sabato scorso. Almeno secondo la ricostruzione degli stessi che, a causa del lavoro, a casa ci stanno poco. I due sono rimasti insospettiti dalla presenza di una giovane donna bionda che si aggirava da giorni nei pressi di piazza Pozzo della Comunità, dove abitano, a due passi da piazza Garibaldi, in pieno centro storico. Un punto anche assai trafficato ma il palazzo di epoca fascista che ospita una dozzina di appartamenti tra famiglie narnesi, anziani e studenti universitari, viene lasciato spesso col portone aperto. O meglio, può capitare che nel traffico di entrate ed uscite, ci sia qualche spiraglio per intrufolarsi. E questa donna, ammesso che fosse davvero lei la ladra, si aggirava con un cartello con scritto ‘affittasi’, fingendo di essere interessata proprio alla locazione di uno degli appartamenti liberi. Una scusa buona per passare inosservata ed entrare? La denuncia verrà presto depositata dalla coppia narnese ma verso ignoti, ovvio. Poi saranno le forze dell’ordine ad approfondire la pista anche sulla base di una testimonianza di una vicina che avrebbe notato a sua volta questa insistente presenza nella piazza in quelle ore. Fatto sta che i ladri si sono intrufolati nel portone per raggiungere gli ultimi piani dove vive la coppia narnese. Sono riusciti a forzare la porta principale dell’abitazione e hanno messo a segno il colpo. Non hanno trovato soldi e hanno ignorato oggetti tecnologici concentrandosi su elementi facilmente ricettabili come orologi, preziosi, bracciali, anelli e collanine totalizzando comunque circa mille euro di refurtiva da piazzare. I ladri non hanno lasciato tracce tanto che i due coniugi hanno fatto fatica ad accorgersi della visita non attesa e decisamente sgradita. Le forze dell’ordine non possono nulla contro questi tentativi spesso spregiudicati di furto visti gli orari in cui vengono messi a segno. La parte principale del ‘lavoro’ lo devono svolgere i cittadini in fase preventiva facendo molta attenzione a queste ‘presenze’ (in questo caso la presunta ladra sembrava essere italianissima) e chiudendo con cura e concentrazione porte e infissi di casa.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere