CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Narni, 18 edifici privati inagibili per il sisma ma rinasce San Domenico

Cronaca e Attualità Terni Politica Narni Orvieto Amelia

Narni, 18 edifici privati inagibili per il sisma ma rinasce San Domenico

Andrea Giuli
Condividi

NARNI – Immobili che deperiscono e immobili che rivivono, in quel di Narni.

Controlli post-sisma Secondo l’ordinanza del sndavo De Rebotti, emanata a seguito dei relativi sopralluoghi tecnici effettuati, sono attualmente 18 gli edifici privati dichiarati non utilizzabili a seguito del terremoto del 24 agosto. L’elenco è stato redatto dopo la conclusione dei controlli relativi alle 410 domande inerenti la verifica delle condizioni di agibilità post sismica degli edifici. “Questo elenco – spiega il sindaco nell’ordinanza – costituisce una prima indicazione dei soggetti interessati ai quali potranno comunque essere aggiunti ulteriori nominativi, al momento non riportati per effetto del carattere di speditezza che ha contraddistinto la fase di rilievo con metodologia ‘Fast’”.

San Domenico, inaugurazione Saranno, invece, utilizzati per i corsi universitari di Narni, in particolare master e specialistica, ma anche per convegni e attività culturali, i nuovi spazi al primo piano del complesso di San Domenico la cui inaugurazione è in programma per mercoledì prossimo alle 16. Per l’occasione ci saranno il sindaco De Rebotti, il sottosegretario agli Interni, Bocci, la presidente della Regione Umbria, Marini e il rettore dell’Università di Perugia, Moriconi. L’intervento riguarda il completamento del progetto avviato alcuni anni fa e già realizzato con la riapertura dell’ex chiesa di San Domenico in piazza XIII Giugno, adibita ad auditorium e dedicata ai servizi per l’università. I lavori dell’ultimo stralcio hanno comportato un investimento di 1 milione e 625mila euro, di cui 1 milione e 300mila finanziati dalla Regione con fondi Por-Fesr e 325mila dal Comune con l’accensione di un mutuo. Il recupero dei locali al primo piano ha previsto anche la riqualificazione delle aree esterne con la realizzazione di uno spazio pubblico.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere