domenica 28 Novembre 2021 - 19:15
6.9 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Nanni, la Fondazione Carit finanzia il restauro degli affreschi a San Francesco

La cappella, un tempo sacrestia, era da tempo chiusa al pubblico e gli affreschi ormai in un avanzato stato di degrado, al limite della irreversibilità

NARNI – La Fondazione Carit finanzierà il completamento del restauro degli affreschi sue pareti e soffitto a botte della cappella di San Giuseppe, nella chiesa di San Francesco a Narni. La richiesta di contributo è stata avanzata dall’associazione Progetto Paideia che – in virtù di un protocollo sottoscritto con don Sergio Rossini, parroco della cattedrale, e con don Claudio Bosi, dell’Ufficio Beni culturali della diocesi – si impegna a livello di volontariato nella guardiania e accoglienza nella chiesa e a reperire contributi volontari utilizzati per valorizzare, proteggere e restaurare i beni culturali.

Donazioni volontarie

La cappella, un tempo sacrestia, era da tempo chiusa al pubblico e gli affreschi ormai in un avanzato stato di degrado, al limite della irreversibilità. Dopo averla riaperta l’associazione, in collaborazione con il restauratore narnese Simone Deturres, ha inoltrato, tramite la diocesi, il progetto di restauro dell’intero ciclo pittorico, poi approvato dalla Sovrintendenza. Successivamente le donazioni volontarie dei turisti in visita hanno permesso il restauro dell’affresco ‘Adorazione dei Magi’.

Un contributo

Un contributo è pervenuto anche dal direttore della Sangraf di Narni Scalo, che ha permesso il restauro di altri due affreschi, denominati “del ramoscello fiorito”. L’associazione, pur soddisfatta dei risultati raggiunti, ipotizzava tempi molto lunghi per reperire i fondi necessari a completare il restauro degli affreschi dell’intero ciclo pittorico, ma il finanziamento della Fondazione Carit ha notevolmente ridotto i tempi previsti.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi