CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Musica popolare, folk e dei migranti con ScheggiAcustica tra Umbria e Marche

Eventi Cultura e Spettacolo Alta Umbria Extra Città

Musica popolare, folk e dei migranti con ScheggiAcustica tra Umbria e Marche

Redazione cultura
Condividi

foto Francesca Cecchini

SCHEGGIA E PASCELUPO – Fil rouge della musica folk popolare e dei migranti per l’ottava edizione di ScheggiAcustica, festival che torna tra Umbria e Marche dal 5 al 9 agosto con una serie di concerti, master class ed eventi. Artisti e scenari suggestivi per un “tour” musicale, culturale e naturalistico che si svilupperà lungo la dorsale appenninica tra le due regioni, fra Parco del Monte Cucco e Monte Catria attraversando sei fermate principali: Cagli, Isola Fossara, Sassoferrato, Scheggia, Cantiano, Frontone. Novità del 2017 è il ritorno, tra le location della kermesse, del centro storico di Scheggia e del Chiostro di Palazzo Merolli a Sassoferrato.

Il festival – Si inizia il 5 agosto a Cagli con una due giorni di seminario di voce e canto aperto a tutti nella Chiesa di San Francesco (18.30-20.00) tenuto dal musicista togolese Arsene Duevi. Domenica 6 agosto tra Isola Fossara, Fonte Avellana e Sassoferrato prenderà il via un’escursione naturalistica fra i sentieri dei monti Cucco e Catria. Ritrovo alle 7.00 a Isola Fossara (Scheggia e Pascelupo) alla volta di Badia di Sitria alle 9.30 (prenotazioni a info@scheggiacustica.it). Dalle 10.30 a mezzogiorno l’appuntamento è nello storico “scrigno acustico” per eccellenza per un incontro di yoga rigenerante, seguito dalla possibilità di pranzare con street food nel verde e da una nuova master class di canto con Duevi (13.30-15.00). Il programma dei concerti (tutti a ingresso gratuito) sarà inaugurato sempre domenica alle 19.00 al Chiostro di Palazzo Merolli di Sassoferrato con La stella nera, ovvero Arsene Duevi con i suoi Supercori e il suo messaggio di speranza e fratellanza in questi tempi così complessi per tensioni, violenze e cambiamenti. Lunedì 7 agosto i concerti ritorneranno nel Parco del Monte Cucco e proseguiranno alle 21.15 nel centro storico di Scheggia con Il sentimento popolare #1: musica e canzoni da Balcani, Ungheria e Grecia e dal mondo musicale Rom con Camilla Barbarito accompagnata da Fabio Marconi alla chitarra elettrica e Davide Marzagalli ai fiati. Suoni ibridi e di confine per un turbinio di ritmi che creano una festa senza latitudini. Martedì 8 agosto si va nella provincia di Pesaro e Urbino con Il sentimento popolare #2 in scena nella caratteristica Piazza Garibaldi a Cantiano (ore 21.15), ancora con Camilla Barbarito, stavolta alle prese con canzoni meticce: dai ritmi balcanici a un valzer siciliano planando attraverso una rumba flamenca, una ballata messicana e un ritmo di tango argentino. Mercoledì 9 agosto gran finale al Castello della Porta di Frontone dove alle 21.30 si terrà La stella d’oriente di Fakhraddin Gafarov, protagonista verso inesplorate rotte con musica e balli da Azerbaijan, Turchia, Iran e Afghanistan insieme alla sua ensemble.

ScheggiAcustica è organizzata dall’associazione Tuttisuoni in partnership con Musicamorfosi e in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, il GAL Gruppo Azione Locale Alta Umbria e i comuni coinvolti.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere