CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Moto Gp, strepitoso Petrucci: ad Assen è secondo dietro Valentino Rossi

Terni Sport Altri Extra EVIDENZA2

Moto Gp, strepitoso Petrucci: ad Assen è secondo dietro Valentino Rossi

Redazione sportiva
Condividi

ASSEN (Paesi Bassi) – Una cosa la gara di Assen, il Gp d’Olanda l’ha detta: Danilo Petrucci è ormai pronto per guidare la Ducati ufficiale. Chissà, dopo il secondo posto di oggi dietro al ‘Dottore’ Valentino Rossi, secondo podio stagionale dopo il terzo posto al Mugello, a qualcuno fischieranno le orecchie.

Perché il pilota ternano, che si è messo alle spalle anche Marc Marquez, con Dovizioso quinto dietro Crutchlow e ora leader del Mondiale grazie alla caduta di Vinales, è stato nuovamente autore di una prova strepitosa e solo la rimonta del solito, fenomenale 46 gli ha negato la gioia della prima vittoria. Ma Terni e l’Umbria tutta hanno per le mani un altro fenomeno su due ruote, nella scia di Liberati, un campione che ormai si merita per intero i galloni di titolare.

La gara. I migliori (Rossi, Iannone, Dovizioso, Petrux e anche Marquez) sono tutti lì sin dall’inizio, con Vinales, partito undicesimo che riesce a risalire al settimo posto alle spalle di Dovizioso. Rossi con una staccata supera Marquez, portandosi in seconda posizione, poi la svolta in positivo e in negativo in casa Yamaha: mentre Rossi riesce a sorpassare, con una manovra decisa, anche Zarco, portandosi al comando, il leader del Mondiale Vinales finisce la sua gara dopo una brutta caduta, per fortuna senza conseguenze.

E’ qui che comincia la rimonta di Petrucci, prima terzo, poi secondo superando Marquez e mettendosi agli scarichi di Rossi, che a 10 dall fine mantiene un secondo sul centauro ternano. A 8 dalla fine la pioggia cambia le carte in tavola. Zarco e Lorenzo provano il cambio moto e vanno indietro, mentre Petrucci si porta in testa al giro 22, passando Rossi, Marquez torna terzo davanti a Dovizioso. A tre giri dal termine Rossi riesce a infilarsi nella traiettoria di Petrucci e a riprendersi la testa della gara. Il finale è tutto un testa a testa made in Italy, con Rossi e Petrucci che danno oltre tre secondi a Marquez e Dovizioso. Un finale con il fiato sospeso per tutti i tifosi: con Crutchlow che conquista due posizioni sorpassando Marquez e Dovizioso, ma quasi al traguardo lo spagnolo riesce a riprendersi il terzo posto.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere