CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Morto a Tavernelle Bruno Canfora, scrisse per Mina, Rita Pavone e le Kessler

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra

Morto a Tavernelle Bruno Canfora, scrisse per Mina, Rita Pavone e le Kessler

Redazione cultura
Condividi

PERUGIA – Bruno Canfora, il celebre direttore d’orchestra, è morto ieri a 92 anni, nella sua casa di Tavernelle, dove viveva da tempo, con la famiglia. Milanese, Canfora ha segnato un pezzo della storia della tv italiana, in particolare del varietà televisivo dagli anni 60 in poi, sino al 1995, sua ultima apparizione nel programma tv Papaveri e Papere.

Legato a doppio filo alla Rai, per la quale è stato direttore d’orchestra in numerosi programmi storici come Studio Uno, Senza Rete, Sabato Sera, Premio Italia e varie edizioni di Canzonissima, oltrechè del Festival di Sanremo, dove ha avuto anche numerose canzoni da lui scritte in gara. Ed è stato anche il direttore d’orchestra dell’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest ospitata in Italia, quella di Roma 1991, ospitata a Cinecittà.

Fra le canzoni da lui scritte, alcune sono rimaste nella storia: Da-da-un-pa e La notte è piccola delle gemelle Kessler, Fortissimo e Il ballo del Mattone di Rita Pavone, Sono come tu mi vuoi, Zum Zum Zum e Mi sei scoppiato dentro al cuore di Mina. Importante anche la sua collaborazione con Garinei e Giovannini, per i quali scrisse le musiche di molte commedie musicali. La famiglia ha celebrato le esequie in forma privata, con una cerimonia religiosa al cimitero.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere