CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Minaccia anarchica a Terni, in difesa di Sorroche: “Colpiamoli a casa loro”

Cronaca e Attualità

Minaccia anarchica a Terni, in difesa di Sorroche: “Colpiamoli a casa loro”

Redazione
Condividi

TERNI – IL manifesto è spuntato all’improvviso, questa mattina su un muro della città. Il volto è quello reso celebre da una nota marca di dadi per il brodo ma il testo dice ben altro. Si tratta di un manifesto a firma del movimento anarchico a sostegno di Juan Antonio Sorroche Fernandez, la primula rossa dell’anarco-insurrezionalismo per l’antimafia veneta, attualmente detenuto nel carcere di Terni dopo aver fallito, nel maggio 2018, un attento alla sede della Lega di Villorba, in provincia di Treviso.

La donna che tiene in mano una pentola è il simbolo del messaggio: “Colpiamoli a casa loro”, che suona come una minaccia alle istituzioni che hanno arrestato dopo una latitanza, l’anarchico spagnolo, che si trova detenuto nella zona di massima sicurezza di Sabbione. La pentola, infatti, è solitamente uno degli oggetti usati per realizzare una bomba rudimentale ma pericolosissima con chiodi e biglie. Sulla pubblicazione del manifesto sta indagando la Digos dopo segnalazione del primo cittadino Leonardo Latini.