CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Michael ed il suo Talent contro-corrente: in musica la vera bellezza non colpisce l’occhio

Cultura e Spettacolo

Michael ed il suo Talent contro-corrente: in musica la vera bellezza non colpisce l’occhio

Redazione
Condividi

 

Umbertide – Un altro grande appuntamento serale del Programma diretto e condotto da Michael Zurino “ARTIST ACADEMY Talent Reality” si è svolto sabato 7 maggio presso il centro “San Francesco” di Umbertide.
Nuove esibizioni e nuove sfide giudicate dai quattro giurati Lorenzo Serventi (coach pfu), Benedetta Staccini (musicista), Pierluigi Monsignori (artista), Leila Milani (cantante lirica), hanno ampiamente confermato il rendimento e la qualità del percorso didattico che i 16 concorrenti intraprendono da ormai 8 mesi.
“Michael sta facendo un lavoro incredibile, in cui leggo tantissima forza e determinazione. È stata una serata veramente di altissima qualità artistica. Sinceri complimenti a tutti i ragazzi del Programma”, le parole dell’artista Pierluigi Monsignori.
E poi un inatteso fuori-programma. Nel corso della serata, Michael si pronuncia su alcuni temi delicati quanto importanti.
“Ho creato questo programma con l’intento di differenziarlo degli altri soprattutto per una questione preliminare: non è detto che chi faccia musica, chi vuole vivere di musica, debba rispettare certi canoni estetici.
Ci vogliono ormai abituare a visi e corpi “perfetti”, quando sappiamo benissimo che la “perfezione” è pura astrazione.
Potremmo parlare di “bellezza” semmai. Ma sappiamo benissimo che l’unica bellezza capace di durare nel tempo è quella che abbiamo dentro, è quella a cui la nostra anima sa dar voce.
É per questo che, in questa prima edizione, ho voluto che i ragazzi, come i nostri telespettatori capissero l’importanza di accettarsi ed amarsi per quello che si è.
Ho voluto, in qualche modo, concretizzare questo discorso, stringendo una collaborazione tra noi ed il centro Francisci di Todi, uno dei centri più importanti per la cura dei disturbi alimentari d’Italia. Presto i nostri concorrenti incontreranno alcuni ragazzi del centro. La prima forma di prevenzione è la conoscenza”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere