domenica 16 Maggio 2021 - 03:47
17.2 C
Rome

Mezzo milione di mascherine non a norma, sequestro anche a Perugia

L'inchiesta, coordinata dal pm della procura di Aosta Manlio D'Ambrosi, è partita dai controlli effettuati in alcuni punti vendita delle principali catene di distribuzione nazionale

AOSTA – C’è anche un magazzino di Perugia fra quelle dove la Guardia di Finanza ha effettuato il sequestro di mascherine Ffp2 non a norma, mezzo milione in totale fra Perugia, Modena ed Aosta stessa.

L”inchiesta, coordinata dal pm della procura di Aosta Manlio D’Ambrosi, è partita dai controlli effettuati in alcuni punti vendita delle principali catene di distribuzione nazionale. I finanzieri si sono concentrati su un modello di mascherina Ffp2 con marcatura CE2163, “propria di un’azienda turca, particolarmente nota per la rapidità nei tempi di certificazione e già emersa in analoghe attività condotte in altri ambiti nazionali”, fanno sapere le fiamme gialle.
Dalle analisi su alcuni dispositivi prelevati in un centro commerciale “è emerso un valore di penetrazione del materiale filtrante superiore di oltre sei volte il limite stabilito dalla normativa vigente, pertanto non sufficiente a tutelare la salute dei consumatori”.
I successivi approfondimenti volti a ricostruire, con l’analisi delle fatture di acquisto e di vendita, l’intera filiera della distribuzione (dal produttore italiano, all’ultimo punto vendita ubicato sul territorio nazionale), hanno portato a individuare e a sequestrare circa mezzo milione di mascherine, molte delle quali intercettate direttamente nei depositi della ditta produttrice.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi