CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Mercato parallelo dei vaccini: parte dall’Umbria l’inchiesta per tentata truffa allo Stato

EVIDENZA Extra

Mercato parallelo dei vaccini: parte dall’Umbria l’inchiesta per tentata truffa allo Stato

Redazione
Condividi
Carabinieri del Nas in azione
Carabinieri del Nas in azione

PERUGIA – Parte dall’Umbria l’inchiesta della Procura di Perugia, guidata da Raffaele Cantone sulla vicenda delle modalità di approvvigionamento di Vaccini e  specificamente in relazione alle indagini su un tentativo di truffa del quale è accusato un quarantenne incensurato, originario della provincia di Messina. Questi, a gennaio scorso – in base alla ricostruzione degli inquirenti – “accreditandosi falsamente” come intermediario per conto di Astrazeneca Internazionale aveva proposto lo scorso gennario alla Regione Umbria l’acquisto di vaccini anti Covid in quello che per gli inquirenti sarebbe un vero e proprio mercato parallelo.

Documenti Vari documenti sono già stati acquisiti in Umbria e lo stesso verrà fatto, sempre da parte dei Nas su delega della procura perugia, presso la struttura del commissario Arcuri, dell’ Agenzia Italiana del farmaco (Aifa) e presso la regione Veneto. L’ obiettivo delle acquisizione presso la sede della Regione Veneto – in base a quanto viene riferito – è di accertare i presunti proponenti di forniture di vaccino in deroga agli accordi con le Autorità centrali. Sarebbe stata avvicinata anche regione Lombardia: indaga la procura di Milano.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere