CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Marsciano, il Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte si veste di ‘multimediale’

Eventi Cultura e Spettacolo Marsciano Todi Deruta Extra Città

Marsciano, il Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte si veste di ‘multimediale’

Francesca Cecchini
Condividi

Marsciano

MARSCIANO – Si terrà sabato 25 marzo l’inaugurazione del nuovo allestimento multimediale del Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte di Marsciano gestito da Sistema Museo. La giornata inizierà alle ore 10 alla sala Aldo Capitini del Municipio con il saluto del sindaco Alfio Todini, della presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e dell’assessore alla Cultura del Comune di Marsciano Valentina Bonomi e gli interventi di Antonella Pinna, Dirigente del Servizio Musei, archivi e biblioteche della Regione Umbria, e gli architetti Virginia Lombrici e Lorenzo Greppi che hanno curato il progetto di riallestimento. Taglio del nastro con visita alle sale espositive del Museoalle ore 11.30. A seguire, brindisi in piazzetta san Giovanni.

L’allestimento – Un nuovo percorso espositivo per il museo che ha il suo fulcro nella parte inferiore di Palazzo Pietromarchi e si snoda attraverso la Galleria degli orci parlanti, la Sala della Tavola imbandita, la Sala dei Forni e la sala del Mercato, per poi continuare nelle sale dei piani superiori fino ad arrivare alla sala didattica. Il progetto grazie al quale si è realizzato il riallestimento è stato cofinanziato dalla Regione Umbria, tramite il programma attuativo regionale del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, e dal Comune di Marsciano. Prevede una nuova comunicazione grafica e l’inserimento di sistemi e tecnologie multimediali, animazioni virtuali realizzate dall’Information Technologies Lab (ITLab) di Lecce, un laboratorio dell’Istituto per i Beni archeologici e monumentali (Ibam) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr). Il museo si è arricchito anche di nuovi contenuti grazie alla collaborazione con Voxteca- archivio della voce del Dipartimento di scienze Umane e Sociali dell’Università per stranieri di Perugia. Le modifiche apportate hanno l’intento di comunicare il patrimonio del Museo e del territorio marscianese e di utilizzare nuovi metodi di interazione con il visitatore.

La collezione del Museo di Marsciano – si legge in una nota del Comune di Marsciano – che dal 2004, anno della sua costituzione, continua ad arricchitasi con importanti reperti, è stata riallestita in modo da ridisegnare e rianimare il percorso preesistente, implementando la didattica attraverso la creazione di uno spazio formativo permanente che permetterà ai visitatori di vivere l’esperienza del “fare i mattoni” attraverso l’integrazione fra visite e attività laboratoriale. Si vuole così accogliere la sempre maggiore richiesta di sperimentare attività pratiche legate alla tradizione territoriale ed in questo modo il Museo di Marsciano si pone appieno all’interno dell’offerta culturale già presente in Umbria ed in linea con le attività di valorizzazione del circuito museale “Terre & Musei dell’Umbria” di cui fa parte dal 2014.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere