CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Marcia per la Pace, tutto pronto per l’edizione 2018: attesi in 10 giovani provenienti da tutta Italia

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Assisi Extra Città

Marcia per la Pace, tutto pronto per l’edizione 2018: attesi in 10 giovani provenienti da tutta Italia

Redazione
Condividi

PERUGIA – Oltre che a partecipare in massa prenderanno anche la parola: saranno così i giovani i protagonisti quest’ anno della Marcia PerugiAssisi. Dal 5 al 7 ottobre, Perugia e Assisi accoglieranno decine di migliaia di persone che parteciperanno prima al Meeting nazionale “della pace e dei diritti umani” (5 e 6 ottobre) e poi alla Marcia “della pace e della fraternità” (7 ottobre). In diecimila, ragazzi e bambini di ogni parte d’ Italia, saranno coinvolti da insegnanti impegnati ad accrescere la loro consapevolezza e il loro senso di responsabilità.

Momento di confronto  “Sarà un fatto positivo per l’ Umbria e per il nostro Paese, un grande momento di confronto su quello che sta succedendo, sulle prospettive dell’ Italia, dell’ Europa e del mondo e sulle nostre responsabilità” ha affermato Flavio Lotti del Comitato promotore durante la presentazione delle iniziative stamani nella sede della Provincia di Perugia, in occasione della Giornata internazionale della nonviolenza proclamata dall’ Onu, a cui hanno partecipato, tra gli altri, Nando Mismetti, presidente della Provincia di Perugia, Antonio Bartolini, assessore all’ Istruzione Regione Umbria, Andrea Romizi, sindaco di Perugia, Simone Pettirossi, assessore Comune di Assisi, Stefano Ansideri, sindaco di Bastia Umbra, Antonella Iunti, dirigente dell’ Ufficio Scolastico Regionale dell’ Umbria, padre Antonello Fanelli, Delegato Giustizia e Pace del Sacro Convento di Assisi, Gemma Paola Bracco, Consigliera di Parità della provincia di Perugia. Presenti anche 35 studenti di 15 scuole provenienti da diverse città italiane, arrivati già ieri, che per una settimana si prepareranno in vista del Meeting nazionale, incentrato sul tema “Diritti e responsabilità”, ma che soprattutto metteranno in campo le loro forze per l’ organizzazione e la comunicazione della Marcia.

Laboratorio per tutta l’Europa “L’ obiettivo è che siano loro a parlare” ha sottolineato Lotti per poi aggiungere: “La Marcia è l’ evento di un giorno ma a noi interessa soprattutto quello che succede prima e dopo”. Per questo motivo – hanno ricordato gli organizzatori – nell’ immediata vigilia si svolgerà a Perugia anche un Meeting, definito “uno straordinario laboratorio europeo della cultura e della politica della pace”, con protagonisti oltre 3.500 studenti, dalle primarie alle superiori, e insegnanti “impegnati in percorsi di educazione alla cittadinanza, alla pace, ai diritti umani, alla legalità, al dialogo e allo sviluppo sostenibile”. Insieme a loro anche operatori di pace, amministratori locali, giornalisti e testimoni del nostro tempo di diverse provenienze, culture e religioni.

Agenda della Pace Obiettivo è quello di scrivere l’ Agenda della pace, “dove la pace non è solo il contrario della guerra ma il rispetto della dignità e dei diritti umani di tutti”. Una edizione della Marcia che quest’ anno, come infine è stato osservato, cade in occasione di anniversari importanti come i 100 anni dalla fine della Grande Guerra, i 70 anni dalla proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani, i 70 anni della Costituzione italiana e i 50 anni dalla scomparsa di Aldo Capitini, maestro della nonviolenza nonché ideatore della Marcia della pace Perugia-Assisi. Il Meeting e la Marcia sono organizzati in collaborazione con Commissione Europea, Banca Etica, Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia, Comune di Assisi, Ufficio scolastico regionale dell’ Umbria, Tgr e Rai Segretariato sociale.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere