CARICAMENTO

Scrivi per cercare



“Manita” della Ternana al Catanzaro: Fere ancora imbattute e vetta puntellata

Calcio Terni Sport

“Manita” della Ternana al Catanzaro: Fere ancora imbattute e vetta puntellata

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Kontek, Mammarella; Damian, Palumbo (31’st Salzano); Partipilo (31’st Peralta), Falletti (25’st Paghera), Torromino (22’st Furlan); Raicevic (22’st Ferrante). A disp.: Casadei,  Proietti,  Vantaggiato, Suagher, Russo, Laverone, Frascatore. All.: Lucarelli
CATANZARO (3-5-2): Branduani; Fazio, Martinelli, Pinna; Garufo, Casoli, Corapi, Altobelli (29’st Di Massimo), Contessa (29’pt Verna); Carlini (15’st Curiale), Evacuo (22’st Baldassin). A disp: Iannì, Di Gennaro, Cusumano, Salines,  Riggio, Riccardi, Risolo All. Calabro
ARBITRO: Feliciani di Teramo (assistenti Basile-Di Giacinto IV Uomo Taricone)
MARCATORI: 17’pt Partipilo (T), 35’pt rig Carlini (C), 6’st Falletti (T), 14’st Palumbo (T), 20’st Raicevic (T), 45’st rig Ferrante
NOTE: Partita giocata a porte chiuse.Giornata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Calci d’angolo: 4-2. Recupero: 1’pt 3’st

TERNI – Prosegue la marcia della Ternana che con un secondo tempo sontuoso batte 5-1 il Catanzaro e consolida la vetta: quarta vittoria consecutiva,  la quinta in otto partite, con la squadra di Lucarelli ancora imbattuta.

Le scelte. Nel giorno del debutto di Cusano Italia tv come emittente che trasmette in diretta le partite della Ternana, si ritorna, come in tutta Italia, a giocare senza pubblico.  Lucarelli conferma la difesa e sceglie Damian al fianco di Palumbo, con Torromino al posto di Furlan sull’esterno. Raicevic in luogo di Vantaggiato in avanti. Nel Catanzaro  Verna invece di Altobelli a centrocampo, coppia d’attacco Evacuo-Carlini.

Primo tempo. Avvio scoppiettante della Ternana, che va vicinissimal al gol al minuto 11 con Raicevic che schiaccia di testa: Altobelli regala palla a Damian che arriva sul fondo, cross e girata del centravanti montenegrino che il portiere calabrese ricaccia fuori. Poco prima, occasionissime fallite dallo stesso Raicevic e da Falletti.

Il forcing rossoverde si concretizza nel vantaggio segnato da Partipilo quantomeno in posizione di fuorigioco: mischia in area con Falletti che tira male, la palla finisce sui piedi dell’attaccante barese che batte Branduani. Grosse proteste dei calabresi. Il Catanzaro reagisce con Casoli al 20′: l’ex Gubbio sbaglia il cross, con una traiettoria che si impenna e diventa insidiosa per Iannarilli, ma il pallone termina di poco alto sopra la traversa. Subito dopo Palumbo impegna Branduani in una parata d’istinto. Al 32′ di nuovo Raicevic pericolosissimo, con Branduani che ci arriva e blocca.

La Ternana si mangia troppi gol e così arriva la dura legge, che punisce i rossoverdi: alla prima occasione vera il Catanzaro pareggia. Il neo entrato Di Massimo si fa largo in area rossoverde, Boben lo manda giù e l’arbitro fischia il rigore che Carlini trasforma. Le immagini confermano l’intervento netto del difensore sloveno.

Secondo tempo. Si parte di nuovo con la Ternana in avanti e Torromino si divora il 2-1 davanti a Branduani: Partipilo allarga per l’ex Lecce che solo in area di rigore spara altissimo. Per fortuna dei rossoverdi è solo l’anteprima al gol, che arriva al 6′ con Falletti, al quinto centro stagionale: gran botta dai 20 metri che spiazza Branduani anche per colpa di una zolla. Subito dopo, cross dalla destra di Falletti e spaccata di Raicevic fuori di poco

Il Catanzaro prova a reagire con un calcio di punizione di Corapi dal limite, tiro centrale e parata a terra di Iannarilli. Ma subito dopo la Ternana fa tris: calcio d’angolo, rovesciata di Damian verso centro area dove Palumbo prende la mira e batte Branduani. Il Catanzaro si scioglie e incassa il quarto gol al 20′: dribbling in area di Palumbo, difesa calabrese ferma, Raicevic ha il tempo di stoppare e prendere la mira prima di battere il portiere. E subito dopo, sempre lui sfiora il quinto gol: botta d’istinto e palla sopra la traversa.

Al 40′ grande numero di Ferrante che salta in dribbling due uomini e calcia con la punta del piede: Branduani ancora una volta ci arriva distendendosi a sinistra. Al 45′ il rigore che chiude il conto: fallo di Pinna su Peralta, segna Ferrante. E’l’ultima occasione prima del fischio finale che sancisce il successo rossoverde.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere