CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Manca autorizzazione per una under 16: Ternana Femminile ko a tavolino

Terni Sport Altri

Manca autorizzazione per una under 16: Ternana Femminile ko a tavolino

Redazione sportiva
Condividi

TERNI- La Ternana perde a tavolino per 6-0 il match della seconda giornata contro il Falconara vinto in origine 2-1.  Lo ha deciso il giudice sportivo, accogliendo il ricorso presentato dalla società marchigiana. Motivo: in lista c’era Aurora Lorenzoni, nata nel 2003 e quindi quattordicenne.

Il regolamento prevede che l’utilizzo in prima squadra di giocatrici sotto i 16 anni – come peraltro avviene anche nel calcio in generale – sia soggetta ad autorizzazione specifica e nel dispositivo del giudice sportivo si legge che la sanzione è stata comminata  per “aver schierato nell’incontro Città di Falconara-Ternana Calcio Femminile la calciatrice Lorenzoni Aurora, nata il 17 febbraio 2003, priva della specifica autorizzazione all’attività agonistica rilasciata dal competente comitato regionale e prescritta dall’articolo 34 comma 3 delle Norme organizzative interne federali. Dagli accertamenti esperiti presso il Comitato Regionale Umbro è emerso che l’autorizzazione di che trattasi non sia stata richiesta. Ne consegue pertanto che la nominata in questione ha partecipato all’incontro richiamato in oggetto in posizione irregolare”.

Ricordiamo che non è necessario che la ragazza sia scesa in campo, è sufficiente che sia in lista per ravvisare l’irregolarità.

Damiano Basile, dg delle Ferelle, ha immediatamente tuonato, annunciando il ricorso: “La Ternana Unicusano Calcio Femminile  comunica che, dopo aver preso atto della decisione del giudice sportivo sulla gara con il Falconara, di aver dato mandato di inoltrare contro ricorso per ciò che concerne la perdita della gara per 6-0. Sulla base di quante letto, non capiamo inoltre come sia possibile che nella stessa partita la squadra avversaria avendo anche lei schierato una giocatrice in posizione irregolare, non venga comminata quanto meno la stessa punizione”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere