mercoledì 1 Febbraio 2023 - 19:42
6.8 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Maltempo, ok del Governo a emergenza nazionale: arrivano 600 mila euro in Umbria

Destinatari i Comuni di Gubbio, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha deliberato nella serata di venerdì la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi il 15 settembre 2022 nel territorio dei comuni di Gubbio, Pietralunga e Scheggia e Pascelupo con lo stanziamento di 600.000 euro per far fronte alle esigenze più immediate. Notizia che la presidente della Regione, Donatella Tesei, e l’assessore alla Protezione civile, Enrico Melasecche, “hanno appreso con soddisfazione”. La Regione, a seguito degli eventi alluvionali si era immediatamente attivata per supportare, sia con proprio personale a coordinare le attività dei tanti volontari che si erano resi disponibili a portare aiuto nelle zone colpite, sia mettendo a disposizione i mezzi e le attrezzature della colonna mobile.

Somme a disposizione dei Comuni

Con una delibera del 19 settembre aveva poi messo a disposizione dei Comuni le somme necessarie per i primi interventi, indicando sin da subito che ci fossero le condizioni per una richiesta dello stato di emergenza nazionale. La presidente Tesei aveva poi presentato la richiesta inserendo, oltre ai comuni per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza, anche altri comuni limitrofi per i quali però il Governo non ha ritenuto che i danni riscontrati potessero rientrare in un evento di livello nazionale. Melasecche, ha comunque assicurato alle amministrazioni comunali interessate che la Regione non ha ancora assegnato tutti i fondi che aveva a disposizione per le emergenze locali e che terrà presente le esigenze rappresentate da tutti i comuni colpiti da eventi eccezionali, compreso quello del 15 settembre. Occorrerà ora attendere l’ emanazione dell’ Ordinanza del capo del dipartimento di Protezione civile per le indicazioni sulle procedure ed i tempi per presentare un piano degli interventi da sottoporre all’ approvazione dello stesso dipartimento di Protezione civile nazionale.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]