CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Maltempo, allagamenti da Perugia a Terni: albero cade su una macchina,. Bomba d’acqua a Campello

Perugia Cronaca e Attualità Terni

Maltempo, allagamenti da Perugia a Terni: albero cade su una macchina,. Bomba d’acqua a Campello

Redazione
Condividi

Un intero dei Vigili del fuoco

PERUGIA – Le abbondanti piogge provocano difficoltà anche nella nostra regione: i pompieri domenica mattina hanno effettuato decine di interventi in provincia di Terni e di Perugia.  Strade lungo la vecchia Flaminia, all’altezza delle Fonti del Clitunno, un grosso tronco è caduto sbarrando la strada. La zona di Spoleto e della Valnerina è infatti la più colpita: nel centro storico della città del Festival le raffiche di vento hanno danneggiato diversi dehor di bar e ristoranti, mentre a Norcia è stata provvisoriamente chiusa la statale Tre Valli per la presenza di piante in carreggiata. A Terni decine di segnalazioni alla centrale operativa dei Vigili del fuoco per rami spezzati e alberi caduti. Non si sono per fortuna registrati feriti ma in zona Cospea, più precisamente in viale Villafranca, un arbusto ha centrato una vettura in sosta. Un altro si è abbattuto su ponte Garibaldi in via Lungonera Savoia.Oltre 30 gli interventi sin ora e molte altre richieste da espletare. Alberi rami e pali pericolanti la tipologia più diffusa.

Perugia A Perugia il maltempo ha provocato l’allagamento di diverse strade della città tra cui via Mentana, dove la pioggia ha invaso cantine e garage. Dal comando provinciale di Perugia, però, dove sono stati contati 46 interventi in attesa di essere eseguite. Numerosi alberi sono caduti lungo la SS67: il tratto fra Trevi e Campello sul Clitunno è stato funestato da diverse piante cadute in terra. Una vera e propria bomba d’acqua ha sommerso questa zona per oltre 20 minuti, provocando danni gravissimi.

Pd I consiglieri Pd De Angelis e Filipponi scrivono: “Quanto accaduto oggi rispetto agli alberi caduti in città, fa seguito agli episodi di villaggio Matteotti e del parco La Passeggiata delle scorse settimane. Quanto avvenuto non è altro che la conseguenza di ventiquattro mesi di psicodrammi, sulla tormentata gara del verde aggiudicata a giugno 2020 dopo due anni di amministrazione Latini. Ritardi ed inadempienze che avrebbero potuto garantire interventi sugli alberi pericolosi laddove necessari a seguito di mappature e perizie, piantumazioni sostitutive, sfalci dei parchi divenuti giungle urbane, spollonature e quanto altro. Gran parte degli interventi fatti finora ancorché insufficienti sono stati fatti per la gran parte con fondi stanziati all’uopo dalla precedente amministrazione sulla quale la giunta Latini scarica solo critiche. Molti nodi da noi sollevati in questi due anni di amministrazione, e derubricati dalla maggioranza a esternazioni prive di fondamento, stanno venendo al pettine, dal tema odierno del verde pubblico, all’abbandono delle periferie, alla ben più grave gestione finanziaria del comune”