sabato 25 Giugno 2022 - 21:38
30.3 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Lucarelli vince le primarie a Narni: sarà lui il candidato sindaco del centrosinistra

Sarà dunque lui a sfidare l'esponente del centrodestra per lo scranno che per due mandati è stato ricoperto da Francesco Derebotti

NARNI – Lorenzo Lucarelli vince le primarie a  Narni. Sarà lui a guidare il campo largo del centrosinistra alle amministrative di giugno. Sono stati 1766 i votanti nei 15 i seggi allestiti, rimasti aperti dalle 8 alle 20 grazie al contributo di oltre 100 volontari. 1340 le preferenze per l’assessore dem, 420 quelle per il socialista Marco Mercuri. Sarà dunque lui a sfidare l’esponente del centrodestra Cecilia Cari per lo scranno che per due mandati è stato ricoperto da Francesco Derebotti.

Le parole di Bellini

“Oggi è stata una giornata di festa per la democrazia, per la città, per il centrosinistra e per il Pd” sottolinea il segretario provinciale Pd Fabrizio Bellini, che aggiunge: “La partecipazione è stata ampia e incoraggiante e ci conforta rispetto all’equilibrio e alla correttezza del percorso di grande apertura e responsabilità che si è voluto costruire a Narni. Ora, con Lucarelli, saremo al lavoro perché i contenuti e i progetti rimangano al centro e soprattutto perché da domani si rafforzi l’unità d’intenti della coalizione e del civismo che si riconosce nei valori del centrosinistra per dare a Narni il domani che merita”.

Le parole di Svizzeretto

“Per la prima volta abbiamo organizzato e celebrato le primarie per la scelta del candidato sindaco – spiega il segretario Pd di Narni Fabio Svizzeretto. Le abbiamo volute e le abbiamo organizzate con impegno e spirito costruttivo, certi che nelle occasioni di partecipazione si rafforzino le ragioni dello stare insieme. Abbiamo lavorato per riattivare una rete, politica e civica, di impegno e di elaborazione e la bella affluenza di oggi ci da ragione delle nostre scelte. Con Lorenzo Lucarelli, insieme a tutta la coalizione, siamo impegnati perché le idee camminino insieme alle persone, nel solco dell’apertura e della partecipazione”.

Le parole di Bori

“Con le primarie di oggi – sottolinea il segretario regionale Tommaso Bori – il Partito Democratico a Narni si è fatto laboratorio di un  percorso aperto e plurale che tiene insieme una colazione che va dal Movimento 5 Stelle ai Socialisti, passando per le realtà del civismo, in cui il Pd è architrave. Obiettivo: cementare il campo largo elaborato dal segretario nazionale Letta. A Narni abbiamo dimostrato grande generosità, responsabilità, spirito di condivisione e attenzione all’esigenza di premettere valori comuni e progetto alle ambizioni personali di ciascuno. È il modello che ci consente di aprirci alla realtà del territorio e di mettere insieme idee e impegno per il futuro. Da oggi saremo tutti insieme per investire sulla città con ambizione e sguardo lungo”.

 

 

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]