CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Lotta alla povertà: 8,2 milioni di euro gli aiuti alle famiglie umbre

Cronaca e Attualità

Lotta alla povertà: 8,2 milioni di euro gli aiuti alle famiglie umbre

Alessandro Minestrini
Condividi

PERUGIA – Ammontano a 8,2 milioni di euro gli aiuti alle famiglie umbre in difficoltà economica. Saranno erogati dal Sia, il Sostegno per l’inclusione attiva, ovvero il nuovo sussidio per le famiglie disagiate che sta per essere varato dell’esecutivo.  Dopo un anno di sperimentazione nei grandi nuclei urbani il Sia sta per essere esteso a tutto il Paese e in totale saranno stanziati quest’anno 750 milioni di euro. Il fondo sarà ripartito tra le regioni, nella media dal 2012 al 2014, seguendo tre direttrici: quota della popolazione in povertà assoluta, quota di popolazione in condizione di grave deprivazione materiale e quota di popolazione con intensità lavorativa molto bassa. Potrà usufruire del sussidio chi ha un Isee inferiore a 3 mila euro, i non beneficiari di un assegno di disoccupazione (Naspi o Asdi), coloro che non hanno acquistato un anno prima o sono in possesso di una vettura con cilindrata superiore a 1300 cc o di una moto sopra i 250 cc. Un aspetto contestato invece è dato dalla ripartizione per nuclei familiari: 80 euro mensili per nucleo monofamiliare, 160 per quelli composti da due persone, 240 per tre membri, 320 per quattro e 400 per famiglie composte da cinque o più membri. Riferendosi al Reddito di inclusione attiva, misura approvata di recente e finanziata con 1,2 milioni di euro, la presidente Catiuscia Marini ha dichiarato: «la Regione Umbria ha già adottato un provvedimento di lotta alle povertà e per l’inclusione sociale che è stato pensato quale strumento integrativo delle politiche nazionali, consentendo così l’allargamento della platea dei beneficiari dei sostegni e aiuti economici.»

Di Alessandro Minestrini