CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Padoan a Terni: “Una Europa a trazione sovranista lascerebbe sola l’Italia”

Economia ed Imprese Terni Politica

Padoan a Terni: “Una Europa a trazione sovranista lascerebbe sola l’Italia”

Redazione economia
Condividi

TERNI – L’onorevole Piercarlo Padoan, già ministro dell’Economia sotto i Governi Renzi e Gentiloni e il giornalista de Il Sole 24 ore Dino Pesole, hanno presentato a Terni, presso la sala congressi dell’Hotel Valentino, il libro da loro scritto ed edito da Il Mulino (Bologna) “Il sentiero stretto e oltre”. A fare da moderatore dell’incontro, il senatore del Pd Leonardo Grimani.

Si tratta di un libro che ripercorre dapprima i 51 mesi di Governo dell’onorevole Pd e poi analizza la situazione attuale e le prospettive alla luce dei provvedimenti attuati dalla maggioranza gialloverde.

Situazione attuale. Nel ricordare come l’evento ““era stato programmato 20 giorni fa ed abbiamo deciso di mantenerlo e promuoverlo, perché la nostra storia è quella di un centro sinistra che in questi anni ha lavorato con serietà e dignità”, Grimani ha accennato alla attuale situazione del Pd in Umbria: “Le responsabilità penali sono personali, ma questa è una modalità di gestione della cosa pubblica lontana dal nostro modo di far politica e dai principi che ispirano il Pd. Su questo dobbiamo riflettere, perché poteremo delle responsabilità nei confronti degli umbri, ma dobbiamo cercare di rialzare la testa e difendere i tanti fra noi di grande valore  e qualità che si impegnano quotidianamente. Ovviamente chi ha commesso dei reati dovrà pagare. Si apre una fase delicata nella quale dovremo rimetterci in gioco”.

I temi del libro. Def, economia e sovranismi, oltre al rapporto con la Ue, i temi toccati. Il giornalista Pesole ha spiegato: “Non ricordo a memoria d’uomo un Def che non abbia avuto una discussione in Parlamento. Non è stato discusso nemmeno un emendamento  e questo è un problema per la democrazia”. Padoan si è soffermato sui provvedimenti economici attuati dal Governo, “che sono tutto l’opposto rispetto a quello che servirebbe per far ripartire il Paese. Se vuoi evitare l’aumento dell’Iva e  trovare nuove risorse  per gli investimenti, riducendo le tasse devi chiederti:  come fai a finanziare le tasse che abbatti senza fare un buco? Tutto questo insieme va già oltre lo sforamento del famoso 3%.”

E ancora: “Non c’è più crescita e il Governo non ha più strumenti per contrastare questa situazione. Quota 100 abbassa la crescita a lungo termine e mina il sistema pensionistico italiano, che è uno dei più robusti della zona Euro”. Stoccata al presidente della Commissione di Bilancio della Camera Claudio Borghi: “Lui propone i mini-bot, che sono di fatto una moneta alternativa, un veleno lento che ucciderebbe l’Euro e l’economia, perchè spingerebbero a non fidarsi della moneta corrente. E dice che il Def è da abolire perchè prevedere la spesa è inutile:ciò che dice è gravissimo perché sarebbe come dire che il telaio di una macchina non serve perché la macchina ancora non c’è”.

Europa. Pensiero finale sulla Ue: “Oggi si sogna una Europa governata dai sovranisti, ma ci si dimentica di come lo scorso novembre tutti i Paesi, compresi quelli a cui l’Italia guarda come amici, bocciarono la nostra manovra: una Europa a comando sovranista sarebbe l’Europa dei contrasti, perché quei paesi sarebbero i primi a dire all’Italia che non potrebbero sopportare la sua indisciplina  dal punto di vista economico. Certamente, occorre però riscrivere l’agenda Ue, che deve occuparsi più di crescita economica ed inclusione sociale!.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere