CARICAMENTO

Scrivi per cercare

L’annuncio choc di Bandecchi: “Ternana in vendita”. Diakitè sfiora la rissa con un tifoso

Calcio EVIDENZA Terni Sport Extra

L’annuncio choc di Bandecchi: “Ternana in vendita”. Diakitè sfiora la rissa con un tifoso

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Il pomeriggio da tregenda rossoverde, l’ennesimo, non poteva che finire così. Non bastava l’ennesima prestazione indecente, che ha portato la Ternana ad un passo dai playout. Stefano Bandecchi, patron e presidente della Ternana, dopo aver raccolto sotto la curva Est gli insulti (e anche qualche sputo) dei tifosi e dopo un lungo colloquio con la squadra, ha annunciato, con un comunicato, la messa in vendita della società:

La squadra della Ternana – scrive Bandecchi – da oggi è in vendita. Evidentemente non siamo riusciti a interpretare niente di buono sul campo e non siamo riusciti nemmeno a instaurare un buon rapporto con la tifoseria dato che oggi tre tifosi mi hanno sputato e gran parte della tifoseria desidera che io abbandoni Terni. Siccome la squadra è costosa per chi vorrà  acquistarla, noi metteremo i soldi fino a fine stagione e garantiremo per contratti sospesi.  Paolo Tagliavento parlerà con chi presenterà le offerte e poi lasceremo la gestione del canmbio della società all’avvocato Massimo Proietti  e Paolo Tagliavento. Per quanto mi riguarda continuerò a seguire la squadra durante le partite in casa fino alla fine del campionato a meno che la transisizione non avvenga prima. Resta inteso che questo passaggio è per tentare di dare ossigeno alla squadra e non ci sarà disimpegno  perché l’obiettivo rimane quello di salvare la classifica”.

Provocazione? Forse. Certamente la sconfitta con ignominia contro l’Imolese fatto precipitare un pomeriggio nato, se non altro con un filo di speranza, dopo i colloqui coi tifosi in settimana, le parole del tecnico che parevano aver spronato la squadra e il patron che oggi si era presentato in panchina con l’orsetto rossoverde che farà parte del kit che sarà (sarebbe stato, a questo punto?) consegnato ai nuovi nati rossoverdi.

Fischi, cori e quasi rissa. Di certo c’è la situazione appare di difficile recupero sul piano sportivo, con una squadra incapace della minima reazione. Il rapporto con la tifoseria, invece, è finito. Non solo i cori “vergogna, vergogna” e “avete rotto il c…”. Ma molto altro.

Cirrca un ora e mezza dopo il triplice fischio finale, mentre alcuni calciatori delle Fere stavano aspettando di salire sul pullman nell’area appena fuori dalla mixed zone, alcune persone è riuscito a superare i cancelli, richiamando l’attenzione di Modibo Diakitè, con insulti. Il difensore franco-maliano è poi venuto quasi alle mani con una di queste persone, prima di essere diviso da uno steward e da alcuni compagni venuti in soccorso.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere