CARICAMENTO

Scrivi per cercare

L’amministrazione comunale condanna gli atti accaduti al ‘Cavallotti’

Extra

L’amministrazione comunale condanna gli atti accaduti al ‘Cavallotti’

Redazione
Condividi

L’Amministrazione comunale di Città di Castello, in riferimento ai fatti accaduti presso l’istituto “Cavallotti”, “condanna l’esito assunto da dinamiche relazionali, che pur assumendo le forme del contraddittorio, non devono mai trascendere dal rispetto umano e dall’espressione civile delle opinioni. La circostanza che tali degenerazioni rimangano quasi un unicum nella cronaca della vita scolastica cittadina deve indurci a circoscrivere non la gravità, che è evidente, ma la portata di quanto occorso e soprattutto non deve indurci ad alcun dubbio sugli sforzi che come comunità compiamo quotidianamente per accogliere da chi, spinto dalla necessità o dalla guerra, lascia il proprio paese. Insieme ad una doverosa riflessione, è necessario potenziare gli strumenti di dialogo e di integrazione a tutti i livelli perché la cultura della tolleranza e del rispetto della dignità umana ed il rispetto delle regole e della legalità, che caratterizza i tifernati, non è terreno negoziabile per alcuno, senza distinzione di nazionalità e vissuto personale.” L’amministrazione comunale tifernate infine, plaude al gesto dell’insegnante di sostegno dell’istituto “Cavallotti”, che si trovava in quel momento nel luogo della scuola dove è accaduto il fatto, e che non ha esitato ad intervenire a rischio della propria incolumità fisica: un gesto nobile che rende merito ad uno stimato ed apprezzato insegnante, riconosciuto da tutta la comunità anche per l’impegno e  i trascorsi nell’ambito sportivo sempre a contatto con i giovani”.