CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Luisa Zappitelli nonna d’Italia finisce sulla Associated Press (VIDEO)

Cronaca e Attualità Video Attualità La Notizia Quotidiana TV

Luisa Zappitelli nonna d’Italia finisce sulla Associated Press (VIDEO)

Redazione
Condividi

CITTA’ DI CASTELLO – La bandiera italiana fieramente sventolata: “Viva l’Italia, viva gli italiani”, ed una passione per i diritti delle donne e delle loro conquiste civili. Dal 1946, quando alle donne italiane è stato permesso di votare, non salta un’elezione ed è puntuale al seggio munita di scheda. Luisa Zappitelli è diventata la nonna d’Italia, coi suoi 109 anni. La donna, nata a Città di Castello l’8 novembre 1911, già popolare alle cronache, è stata intervistata da Associated Press ed il video, sottotitolato in diverse lingue, ha fatto il giro del mondo.

Nonna Luisa ha rilasciato l’intervista affacciata dal balcone di casa, con al fianco la figlia Anna Ercolani, con cui vive da sempre, nella quale ha raccontato la sua vita avventurosa dalla nascita, agli aneddoti in famiglia, alle guerre, alle pandemie come la terribile “spagnola”, e poi il voto, il primo delle donne nel ’46, e decennio dopo decennio, la passione per le gite in vespa, la collezione di canarini campioni italiani, il voto ininterrotto, referendum compresi, fino al periodo buio e preoccupante del Covid.

“Non mi lamento, ma non posso correre come prima”, dice anche se poi spiega che “Mi piace vedere la gente felice”. “Appena potremo faremo una grande festa ed inviteremo tutti”, dice con riferimento al Natale “Siamo sempre tanti, ma quest’anno è così: festeggeremo dopo”, spiega, “Ho preso tutte le malattie che sono venute, ma sono sempre sopravvissuta. Spero di non prendermi il Covid, ma chi lo sa? Solo il signore lo sa”. E avvisa: “”Mettete la mascherina che ci sono le bestiacce”. Sul voto: “E’ stata una conquista, quando l’abbiamo ottenuta ho detto ai miei a casa: adesso siamo come voi: votate sempre”.

Realizzato nel corso della settimana che ha preceduto il Natale, da qualche giorno il video viene pubblicato a breve distanza in tanti Paesi. Lo hanno trasmesso in Cina, Australia, Hong Kong, Sudamerica, Stati Uniti, Emirati Arabi, e poi in Europa, Spagna, Russia e tanti altri Paesi. Un successo strepitoso, accaduto raramente in queste proporzioni anche per immagine della città. Fino ad ora, dati alla mano, sono 22 le emittenti di tutto il mondo che hanno trasmesso il servizio per 110 volte.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere