CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La Ternana va in bianco a Monopoli: solo un pari e il ‘Veneziani’ resta tabù

Calcio Sport

La Ternana va in bianco a Monopoli: solo un pari e il ‘Veneziani’ resta tabù

Redazione sportiva
Condividi

MONOPOLI (3-5-2): Antonino; Pecorini, Rota, Maestrelli (37’st Tuttisanti); Tazzer (78’st Hadziosmanovic), Carriero, Giorno (37st Mercadante), Piccinni, Donnarumma; Jefferson (18’st Salvemini), Fella. A disp: Menegatti, Cuppone, Antonacci,  Mariano, Nena, Nanni. All. Scienza.
TERNANA (3-5-2): Iannarilli; Sini (37’st Torromino), Suagher, Celli; Parodi, Palumbo, Paghera, Damian (25’st Defendi), Mammarella (13’st Russo); Ferrante (37’st Marilungo), Partipilo (13’st Vantaggiato). A disp.: Marcone, Tozzo, Diakite, Furlan, Proietti, Marilungo, Torromino,  Nesta, Bergamelli. All. Gallo
ARBITRO: Colombo di Como (assistenti Severino-Santi)
MARCATORI:
NOTE: Giornata fresca, terreno di gioco in pessime condizioni. Spettatori 2000 circa dei quali 79 da Terni. Ammoniti: Suagher (T), Maestrelli (M), Partipilo (T), Defendi (T), Salvemini (M). Calci d’angolo: 5-1. Recupero 0’pt 4’st

MONOPOLI – Va in bianco Monopoli-Ternana. Come all’andata, il team pugliese si dimostra osticissimo per i rossoverdi, che tornano dal Veneziani con un solo punto. E dire che che i biancoverdi di Scienza non avevano mai pareggiato in stagione. Il campo pugliese continua restare tabù per le Fere che non vi hanno mai vinto.

Le scelte. A sorpresa, Gallo sceglie di schierare la Ternana a specchio col 3-5-2: Sini e Celli con Suagher in difesa, Partipilo in attacco con Ferrante. Nel Monopoli, confermata la formazione delle ultime settimane, col rientro di Piccinni e Rota nel ruolo dello squalificato capitan De Franco. L’ex Maestrelli nel trio di difesa.

Primo tempo. Poco spettacolo. La partita è tirata perchè entrambe le formazioni hanno necessità di vincere e quindi ne esce una sfida a scacchi, con le mosse coperte. Le poche cose che si segnalano solo su iniziative solitarie, come il calcio da limite di Fella al 28′ con Celli bravo a chiudere respingendo il pallone. La prima fiammata della Ternana è al 37′ con Palumbo che riceve palla e con il sinistro, dal limite manda la palla sulla parte alta della traversa ad Antonino battuto. Al 40′ contropiede micidiale del Monopoli, con Carriero che scappa via e riesce a servire un pallone d’oro a Jefferson, il cui tiro sfiora il palo; sul rovesciamento Ferrante va anch’egli vicinissimo al gol, impegnando Antonino ad una parata in bello stile.

Secondo tempo. Il canovaccio è lo stesso: gara noiosa, pochi spunti, squadre contratte. Il pallonetto di Partipilo al 10′ a cui segue la botta di Jefferson deviata in angolo da Sini svegliano dal torpore ma non danno l’occasione possano essere il toccasana dal match. Che infatti continua a strappi. Gallo torna con la difesa a 4 inserendo Russo e mette Vantaggiato per Partipilo, nel Monopoli Scienza risponde inserendo l’ex Francesco Salvemini per Jefferson. Prima dell’ingresso di quest’ultimo, Monopoli pericoloso sull’asse Fella-Carriero, con Suagher che si immola e manda in angolo. La partita non si sblocca e anzi il Monopoli imita la Ternana e centra a sua volta un palo: Hadziosmanovic, entrato 20 secondi prima, tira sul legno a Iannarilli battuto.

Gallo si gioca il tutto per tutto ed inserisce anche Torromino per Sini, aumentando il potenziale offensivo, con Marilungo che rileva Ferrante; il Monopoli risponde inserendo un difensore in più, ovvero Mercadante al posto del centrocampista Giorno. Di occasioni vere però non ce ne sono più e gli unici brividi li regala nel recupero il portiere locale Antonino che per due volte di fila perde il pallone appena agganciato in piena area di rigore, rischiando in entrambe le volte di prendere un gol che non arriva solo per caso.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere