CARICAMENTO

Scrivi per cercare



La Ternana torna a sperare: venerdì nuova udienza al Coni per il ritorno della B a 22 squadre

Calcio EVIDENZA Terni Sport Extra

La Ternana torna a sperare: venerdì nuova udienza al Coni per il ritorno della B a 22 squadre

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Si ricomincia: venerdì 21  settembre alle ore 14.30 la Ternana, ma anche la Pro Vercelli, torneranno davanti al Collegio di Garanzia del Coni per discutere di nuovo l’eventuale diritto al ripescaggio e cioè in primis il format della serie B. Tutto ciò dopo che il Tar del Lazio aveva accolto il ricorso presentato dagli avvocati dei rossoverdi per il mancato esercizio del diritto di difesa.

Si riparte, dunque. E si riparte senza Franco Frattini. L’ex ministro, presidente del Collegio di Garanzia,  ha favorito la velocizzazione di questa udienza – che altrimenti sarebbe stata prevista dopo l’udienza generale del Tar, il 9 settembre – inviando alle varie parti la richiesta alla rinuncia ‘ai termini’,  cioè a diritto di ricorso, richieste di annullamento e di risarcimento per il mancato rispetto dei tempi imposti, non farà parte del Collegio poichè aveva espresso pubblicamente il suo parere favorevole al ripristino della B a 22 squadre, in dissenso con la maggioranza del Collegio. I cinque membri saranno quindi completamente diversi.

La convocazione ufficiale del Coni

Si tratta, attenzione, di una udienza che stabilirà soltanto il format della serie B. Se il Collegio dirà sì al ritorno alle 22 squadre, è già stata fissata una nuova udienza per decidere quali squadre ripescare.

Una situazione, questa del possibile ritorno alle 22 squadre, che ha portato al blocco anche delle partite della Viterbese, il cui presidente Camilli aveva protestato per l’inserimento del club nel girone meridionale e che ora può sperare in un rimescolamento dei gironi. Domani, intanto, non giocherà contro la Sicula Leonzio.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere