CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La Ternana rinuncia al Consiglio di Stato, fari puntati sul risarcimento

Calcio Sport Extra EVIDENZA2

La Ternana rinuncia al Consiglio di Stato, fari puntati sul risarcimento

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – Appuntamento  al 26 Marzo, per provare a battere cassa. La Ternana, il Novara e la Pro Vercelli hanno rinunciato alla istanza cautelare sul format della serie B che stamattina si sarebbe dovuto discutere dinanzi al Consiglio di Stato.

Lo annuncia, prima ancora dell’organismo, la stessa Lega di B: “Chiusa questa mattina al Consiglio di Stato la parte cautelare sulla questione riguardante gli organici della Serie B. Sempre più confermata la composizione a 19 squadre fino al termine del campionato 2018/19. Stamane infatti i legali di Novara, Pro Vercelli, Ternana hanno dichiarato di non avere più interesse all’esecuzione delle ordinanze del Tar del Lazio; in sostanza rinunciando alle domande cautelari presentate a suo tempo“.

Questo significa in sostanza si è deciso di attendere l’udienza di Marzo, l’ultima e decisiva, che parte dalla sospensiva in favore della Ternana -mentre invece il Consiglio di Stato aveva due volte bocciato il ricorso –  e delle altre ricorrenti e che si dovrà pronunciare nel merito. Chiaramente l’obiettivo ora sono i risarcimenti e non più la riammissione in B, anche in virtù delle parole del patron Bandecchi, che vi aveva ufficialmente rinunciato.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere