CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La Ternana è bella anche di sera: che cinquina! Treofan chiude, operai sfilano allo stadio

Calcio Sport

La Ternana è bella anche di sera: che cinquina! Treofan chiude, operai sfilano allo stadio

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Laverone, Boben, Kontek, Frascatore (31’st Mammarella); Proietti (26’st Paghera), Palumbo (1’st Salzano); Partipilo, Falletti (16’st Peralta), Furlan; Raicevic (26’st Ferrante). A disp.: Vitali, Damian, Vantaggiato, Torromino, Russo, Suagher, Onesti, Salzano. All.:Lucarelli
CASERTANA (4-3-3): Avella; Polito, Konatè, Carillo, Del Grosso; Icardi (16’st Matese), Santoro, Izzillo; Rosso (31’s tLongo), Turchetta (16’st De Lucia), Cuppone (16’st Matos)  A disp.: Dekic, Zivkovic, De Sarlo, Hadziosmanovic, Varesanovic, Pacilli All.: Guidi
ARBITRO:  Pashuku di Albano Laziale (assistenti: Lenza-Del Santo Spataru IV Uomo Galipò)
MARCATORI: 28′ pt Furlan (T), 30’pt, 1’st Partipilo (T), 47’pt Konatè (C), 13’st Raicevic (T), 39’st Peralta (T)
NOTE: Partita giocata a porte chiuse. Serata fresca, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Santoro (C), Palumbo (T) Calci d’angolo: 3-1 Recupero:2’pt 2’st. Nell’intervallo manifestazione dei lavoratori della Treofan di Terni ad un passo dalla chiusura.

TERNI – La Ternana  esagera: contro la Casertana dilaga 5-1 e dopo la sconfitta del Bari contro la Viterbese ed allunga a 14 punti il vantaggio sul Bari, che domenica oltretutto riposerà. Superiorità imbarazzante dei rossoverdi, coi campani che erano riusciti a riaprire il match a fine primo tempo ma che sul 3-1 rossoverde hanno chiuso il sipario.

Le scelte. Nella Casertana manca Castaldo, come anche l’ex Bordin, mentre Buschiazzo è squalificato. Panchina per l’altro ex rossoverde Mario Pacilli, davanti gioca Turchetta e non il portoghese Matos. In casa Ternana diversi cambi: Laverone per l’infortunato Defendi,  Frascatore al posto di Salzano, Proietti in mediana e Raicevic davanti.

Primo tempo. Parte subito forte la Casertana che come all’andata si conferma una squadra di corridori. Al 9′ incursione di Santoro e colpo di testa dell’ex bresciano Rosso che va sopra la traversa, a seguire Izzillo ci prova dalla media distanza, palla alta di poco. Al 15′ ancora Casertana con la punizione dalla distanza di Del Grosso che va alto.

La Ternana si vede al 17′ anche in questo caso su calcio franco, dalla distanza. Furlan serve Kontek che mette in mezzo, Frascatore non riesce a girare il pallone in rete e il portiere campano blocca. Ancora su calcio di punizione le cose migliori: Santoro dal limite dell’area impegna Iannarilli e lo costringe al corrner. Meglio la Casertana in avvio di partita. La Ternana sblocca il match al 20′: Furlan è bravo a ribadire in rete la corte respinta del portiere sul tiro violento di Falletti dal limite dell’area ed un sponda di Raicevic. Palla al centro e dopo due giri di lancette la Ternana raddoppia: gemma di Partipilo che  stoppa il pallone, si accentra e imbuca all’angolino sul primo palo, mettendo fuori causa Avella.

Finale scoppiettante: al 40’colpo di testa di Kontek alto, dopo calcio d’angolo; a seguire Cuppone che a porta spalancata – con Frascatore in ritardo – ci arriva di prima senza controllare divorandosi un gol fatto.Nel recupero la Casertana accorcia: si guadagna un corner che Santoro batte, con Konatè che pesca Kontek sbilanciato e lo supera, battendo Iannarilli.

Manifestazione. Nell’intervallo è stato concesso ad una rappresentanza dei lavoratori della Treofan, assiepatisi fuori dallo stadio, di sfilare in favore di telecamera per sensibilizzare sulla chiusura ormai prossima della fabbrica dopo il fallimento dell’ultima mediazione con il liquidatore. La Jindal, multinazionale indiana proprietaria del sito, non ha accettato di venderlo ma lo chiuderà, mettendo sul lastrico 147 famiglie.

Secondo tempo.Pronti, via e la Ternana fa tris.  Raicevic manda in profondità Falletti in contropiede, l’uruguaiano dribbla un avversario e mette Partipilo davanti al portiere; palla all’incrocio dei pali dove Avella non arriva. La rete cancella ogni resistenza da parte della Casertana che al 12′ incassa anche il 4-1: lo segna Raicevic, che poco prima si era visto respingere un altro tentativo su girata di Falletti. La quaterna arriva con uno scatto al limite del fuorigioco del montenegrino, imbeccato da Partipilo: tocco morbido ad eludere l’uscita del portiere.

Si vede la Casertana al 23′ con Matese, che dal limite dell’area fa partire un destro fulmineo che sfiora il palo alla sinistra di Iannarilli.La risposta della Ternana è con Frascatore che in proiezione offensiva si presenta davanti ad Avella ma Konatè arriva prima e spazza.

Il ritorno in campo di Mammarella dopo quasi tre mesi è il preludio alla cinquina rossoverde: la difesa campana è altissima – il terzino è a centrocampo- ed i rossoverdi fanno il bello ed il cattivo tempo: contropiede quasi imbarazzante con Partipilo che potrebbe tirare e segnare ma sceglie di fermarsi e  servire Peralta, che a porta vuota, con il portiere a centro area, segna facile. Nel finale la Ternana sfiora anche il sesto gol con Paghera che entra in scivolata sul lancio di Partipilo e manda fuori di poco.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere