CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La Ternana chiude l’anno solare ospitando la Turris: “Il peggior avversario possibile ora”

Calcio Sport

La Ternana chiude l’anno solare ospitando la Turris: “Il peggior avversario possibile ora”

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – Ternana pronta per l’ultima gara dell’anno solare: domenica 27 infatti i rossoverdi avrebbero dovuto giocare a  Trapani, ma il club è stato escluso dal campionato. Al Liberati arriva la matricola Turris, si gioca alle 15. Lucarelli, tecnico delle Fere non si fida: “Sono la squadra rivelazione di questo campionato, vanta un curriculum di tutto rispetto in trasferta, dove ha perso solo a Catanzaro in inferiorità numerica. Sono guidati da un ottimo allenatore ed hanno un impronta riconoscibile, hanno un blocco difensivo rodato e giocatori di qualità anche a centrocampo, davanti ha questi tre, con Giannone e Pandolfi che hanno dato sempre fastidio a tutti. Loro proveranno a fare risultato e a metterci in difficoltà tutti come hanno sempre fatto. Non dicono di puntare alla promozione, ma attraverso i playoff possono essere un insidia per tutti. Stanno facendo un grande campionato, hanno avuto qualche difficoltà solo in casa, li ho seguiti in Serie D perchè mio figlio giocava in quel girone. E’ il peggior avversario che poteva capitarci nell’ultima gara dell’anno”.

Ed avvisa: “Le motivazione di una neo promossa fanno la differenza. Ma loro hanno dei giocatori molto validi per questa categoria e con esperienza, sono andati a vincere a Palermo. La loro caratteristica principale è la verticalizzazione su Pandolfi, che ha gamba ed è bravissimo ad attaccare la profondità.”

Stagione lunga. Lucarelli non guarda la classifica: ” Guardo la mia squadra senza perdere energie in altre cose, non leggo e ascolto voci che vengono da altre parti, è una bella fortuna quella di preoccuparsi solo di quello che facciamo noi, senza sperare dai risultati delle altre. Guardare solo in casa nostra è un vantaggio. Preferisco sempre giocare in trasferta l’ultima gara prima del Natale, si rischia di fare questa partita con i bagagli pronti e i regali da dare, ma io ho messo l’allenamento il 21, quindi questo problema non esiste”

Il 2020 rossoverde. Il tecnico ne approfitta per tirare le somme dell’anno: “Nel 2020 la Ternana è forse l’unica cosa che ha dato gioia ai ternani, in un anno molto difficili per tutti. Ai nostri tifosi un mezzo sorriso lo abbiamo regalato, in un momento disastroso per molte cose, dal Covid alla perdita di alcuni personaggi importanti. L’ultimo trimestre a livello sportivo ci ha regalato delle soddisfazioni”.

Le ultime. Defendi ancora in dubbio per la partita con la Turris, non recuperano Mammarella, Diakitè e Kontek.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere