CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La start up ternana Hesalis ci riprova: in gara al concorso Edison Pulse

Economia ed Imprese Terni Extra

La start up ternana Hesalis ci riprova: in gara al concorso Edison Pulse

Redazione economia
Condividi

TERNI – Hesalis, costituenda srl e start-up innovativa per l’agricoltura e lo sviluppo, ci riprova dopo il quarto posto del business plan competion promosso da ERG sulla Ri-generazione urbana. Stavolta il contest è promosso da Edison: giunto alla quarta edizione, ha visto finora la partecipazione di oltre 1.400 progetti e 7 start-up finanziate più un progetto sociale per un totale complessivo di 700.000 euro erogati in finanziamenti diretti e programmi mirati di incubazione e supporto.

Edison Pulse, nato con l’intento di supportare l’innovazione, il cambiamento e la crescita delle migliori realtà imprenditoriali in tutta Italia, quest’anno si presenta ai nastri di partenza con una novità. In seguito ai diversi eventi sismici che hanno colpito il centro Italia nel 2016, Edison ha deciso di istituire una categoria speciale dedicata al supporto di iniziative imprenditoriali nelle aree colpite dal sisma per favorirne la ripresa. Accanto alle categorie “energia”, “smarthome” e “consumer” si aggiunge così la categoria “ricostruzione sisma”.

edison-startupperEd è proprio lì che i ragazzi di Hesalis hanno deciso di partecipare. Lì dove l’obiettivo è la “valorizzazione turistica e imprenditoriale delle zone terremotate attraverso soluzioni innovative per la gestione delle criticità sismiche”. Il team di giurati di Edison Pulse, dopo la presentazione di tutte le proposte entro il 28 aprile, procederà alla selezione di 16 finalisti (4 per ciascuna  categoria) a cui si aggiungeranno i 4 finalisti (1 per categoria) scelti dalla web community. A maggio la proclamazione dei vincitori dopo un evento dedicato in cui ciascun finalista avrà 4 minuti per l’esposizione del progetto e 2 minuti per rispondere alle domande della Giuria. Ai vincitori andrà un premio monetario di 50.000 euro, un periodo di formazione di quattro settimane gestito da Edison, una campagna di comunicazione a cura di Edison sulla stampa nazionale.

Hanno scelto questo ambito, spiegano, “per la vicinanza alle zone colpite dal sisma e per inserire il discorso di bio edilizia con la calce canapa”. Per riuscirci e per presentare la domanda di partecipazione entro il termine del 28 aprile, Hesalis sta pensando di allargare il team inserendo un creativo digitale che possieda conoscenza di hardware e software e abbia competenze nell’ambito del branding e del ICT marketing, un architetto o ingegnere edile con competenze nell’ambito del design e dei progetti ecosostenibili, un economista con conoscenza dei settori di ecoturismo, enogastronomia, social innovation, green economy. “Vogliamo stimolare i giovani ternani a fare qualcosa, migliorarsi e credere nel futuro – spiegano – vogliamo dare ai giovani un’idea del mondo imprenditoriale”. All’orizzonte, oltre al Edison Plus, c’è anche la partecipazione a Expocanamo, fiera della canapa che si tiene a Siviglia il 19-21 maggio.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere