domenica 16 Gennaio 2022 - 20:18
2.2 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

La Sir vince a fatica contro Ravenna 3-2: nel finale un immenso Zaytsev

Ravenna grande prestazione, ma Perugia vince con carattere. Lo Zar annulla due match point a favore dei romagnoli, forse uomo partita

PERUGIA – Al Palaevangelisti la Sir ospitava Ravenna. La squadra di Kovac scendeva in campo per continuare la sua striscia positiva. Prima della partita queste le parole del coach perugino:”Sarà una partita delicata sotto tutti i punti di vista, anche perchè loro hanno giocatori interessanti. Diciamo che sono belli tosti. In campo ho scelto di mettere dall’inizio Birarelli al posto Buti. Si va verso il rientro di Atanasjevic e se mi si chiede quale sarà poi l’assetto principale con lui di questa Sir allora rispondo con un non lo so. intanto sta già saltando e quindi sono ottimista.” Perugia e Ravenna arrivavano da due partite molto diverse: i perugini vincenti con Sora (3-0), mentre il Ravenna contro Modena era riuscita a stare avanti per 2 set a zero, per poi sciupare tutto. ”Forse – dice Fabio Soli del Ravenna sempre a inizio partita – abbiamo peccato di esperienza, ma oggi bisogna cercare di giocare bene”.

La partita   Primo set che inizia con un punto di Ravenna, e con Ricci si va per il due a zero degli ospiti. Il punto di Russell porta i devils avanti 6-5. Poi una gran palla di De Cecco per lo Zar manda il punteggio sul tabellone in parità (8-8). Mani out su attacco di Russell (11-12) e di seguito di prima intenzione Berger, su errore in ricezione di Ravenna. (14-13). Una grande diagonale di Ivan Zaytsev si va sul 15-14 e poi un’ace del Potke fa il +2 (16-14). Ancora un ‘ace dello Zar, visto dall’occhio del videocheck (22-20). E sempre lui si ripete con un altro super ace (23-20). Un punto di Zaytsev decreta il set point Perugia: 24-21.  Si chiude il primo set con un errore al servizio di Ravenna: 25-22.

Il secondo set si instrada sul primo. Punto a punto, e lo Zar riprende da dove aveva smesso nel finale del secondo set facendo il 4-5. Veloce del Potke, servito ottimamente da De Cecco sigla il 6-7. Poi Berger con un’ace (10-9). Ancora Sir: scambio combattuto chiuso dallo Zar, ma grande difesa di Berger e ottima alzata in bagher di Bari (11-10). Russell sul 12-12 e l’austriaco Berger va in alto e mette a terra il punto del 14-14. Il contrattacco Berger di prima intenzione sigla il 15-14 e l’out dell’attacco di Ravenna fa il 16-14. Sulla rete il servizio di Ravenna e massimo vantaggio Devils  (19-15). Per il 21-21 la piazza sul muro Russell, dopo la solita immensa difesa di Berger.  Mani out sul muro Ravenna per la fine del secondo set: 25-22. 2-0 per Perugia.

Terzo set. Berger a segno con una grande pipe (1-1) e fuori il servizio di Kaminski: 2-2. De Cecco spiazza il muro avversario, tutto solo lo Zar butta giù un palazzo (4-4). La partita continua sul punto a punto. L’attacco potente dello Zar si fa sentire, ci prova in difesa Ravenna ma è punto Perugia: 12-13. Doppio punto di Birarelli, 15-14. Mani out sull’attacco dello Zar, 15-15 e Berger chiude uno scambio combattuto: 16-17. Momento di confusione per la Sir. Kovac chiama il time out con Ravenna che si porta sul +4: 16-20. Una super difesa dello Zar porta il punteggio sul 19-21. Mitic, è suo il punto a muro: e quindi 20-21. Niente da fare: Perugia non riesce a chiudere la partita e si va sul 2-1.

Quarto set che inizia subito con l’1-0 degli ospiti. Ma pareggia immediatamente Perugia. Poi inizia il crollo momentaneo della Sir. Il muro vincente dello Zar sigla il 9-14. Out l’attacco di Ravenna: break point Perugia. 10-14. Spider Russell: tocco vincente sul muro per il punto dell’11-15. Clamoroso +7 Ravenna: 12-19. Kovac spende il time out. Purtroppo però i Devils perdono il set 25-18. Grande rimonta del ravenna, che nel sento ha limitato il cambio palla. A inizio quinto set i romagnoli si presentano in battuta come favoriti nel vincere la partita.

Ma qui viene fuori il carattere della squadra di Kovac. Quinto set e Perugia fa presto a portarsi sul 4-2. Berger si impegna in difesa cercando di recuperare un pallone impossibile che però non arriva (4-3). Ravenna sbaglia e la Sir va sul nuovo +2 e poi +3 con Marko Podrascanin. Poi time out per Ravenna. E poi super Potke, grande punto del serbo: 12-11. Invasione Ravenna: 13-11 e sul 13 pari Kovac chiama time out. In campo si torna con il 14-13 di Ravenna. Ma lo Zar annulla il match point. Pari 14, va avanti ancora Ravenna. Ancora, in maniera incredibile e con un grande carattere, lo Zar annulla un altro match point. Ma Ravenna ristabilisce il terzo match point. Risultato in bilico nonostante il pronostico, che ovviamente vedeva favorita Perugia. Sprechi dai nove metri per Ravenna e l’errore proprio in battuta fa 16 pari. E cambia l’inerzia della partita, il match point passa a Perugia (17-16). Finisce 18 a 16 con Ravenna che non è riuscito a sfruttare tre match point.

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi