CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Il commento: la ripartenza del Perugia tra pressione e leggerezza

Perugia Regione

Il commento: la ripartenza del Perugia tra pressione e leggerezza

Redazione sportiva
Condividi

Mister Bucchi durante il match (foto Settonce)

di Libero Vecchia Maniera

PERUGIA – Confusione e lucidità. Paura e sollievo. Pressione e leggerezza. Sei concetti che hanno fatto da sfondo alla prima vittoria stagionale del Perugia, arrivata al termine di una prestazione sicuramente meno brillante delle precedenti, nelle quali però l’ormai famigerato “Grifo da salotto” si era dovuto accontentare degli applausi lasciando per strada punti preziosi. Così Bucchi, dopo la strigliata presidenziale arrivata in settimana, una sorta di richiamo alla concretezza in luogo dell’estetica, ha dapprima rivoluzionato l’undici di partenza, generando inevitabile confusione in una manovra di bisoliana memoria, col risultato di ottenere qualche fischio dagli spalti impazienti. Per poi ravvedersi intelligentemente, dimostrando umiltà e grande senso di lucidità, tornando alla filosofia del 4-3-3 sbarazzino, più ficcante ed armoniosa, che stavolta ha dato i frutti sperati. Il Perugia tatticamente double-face ha quindi fatto i conti con la paura di non riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel. Quella paura che inevitabilmente ti condiziona, genera mille interrogativi, riesce persino a snaturarti quando ti ritrovi in una piazza blasonata dove la commistione critica-tifo può esaltare e al tempo stesso mandare fuori giri allenatori e giocatori. Ma l’inzuccata di Francesco Nicastro, girata aerea perentoria degna del miglior Santillana, ha gonfiato rete spallina e gole biancorosse, ben felici di buttar fuori tutto il sollievo di questo mondo con sospironi liberatori. Un bel passo in avanti, o meglio un vero e nuovo punto di partenza per Bucchi e i suoi ragazzi, che messa momentaneamente alle spalle una pressione con la quale dovranno fare i conti per tutta la stagione, hanno capito, nell’intervallo della sfida con la Spal, che in campo si deve andare con grinta feroce ma anche con la leggerezza delle prime partite. Perché le giocate riescono meglio quando in campo ci si diverte e questa squadra ha fatto intendere da subito di poter (e voler) arrivare ai risultati attraverso il gioco. Per la serie, se il Grifo da salotto a qualcuno proprio non piace, si può sempre parlare di Grifo da soggiorno. Ampio, ben fruibile ma soprattutto arredato con gusto.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere