CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La Regione si muove, Spoleto e Pantalla Covid hospital: a breve l’ordinanza di Tesei

Perugia Cronaca e Attualità Terni

La Regione si muove, Spoleto e Pantalla Covid hospital: a breve l’ordinanza di Tesei

Redazione
Condividi
Un momento della riunione
Un momento della riunione

FOLIGNO – Un sabato di lavoro e preoccupazione al Centro operativo regionale di Foligno della protezione civile dove i vertici della Regione hanno fatto il punto della situazione dopo che la pandemia anche nella nostra regione è tornata a correre con un numero di contagi molto elevato. Prima scelta che sembra fatta: l’ospedale di Spoleto e quello di Pantalla di Todi saranno i due Covid hospital umbri.

Ordinanza L’ordinanza con altre misure ristrettive della presidente della Regione Donatella Tesei, dopo un confronto con il governo e gli altri presidenti di Regione, dovrebbe arrivare tra domenica e lunedì. Nel confronto con il governo alcuni presidenti di Regione  hanno chiesto le lezioni a distanza almeno per il quarto e quinto anno delle scuole superiori in questa fase dell’emergenza e l’ipotesi, proposta dall’Umbria, è quella di un periodo sperimentale di 15 giorni, fino al 30 ottobre. Si vedrà anche perchè nella giornata di domenica è prevista la conferenza stampa del premier Conte.  Contro la chiusura delle scuole si è schierata la dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Antonella Iunti che, all’Ansa, ha sottolineato come “la scuola è un posto sicuro e la responsabilità dell’aumento di contagi Covid non può essere attribuito al mondo scolastico. Le criticità maggiori si riscontrano nel pre e post lezioni”.

Tamponi  Nel frattempo sul fronte dei tamponi, che ha creato non poche difficoltà a Terni come a Perugia e in altri centri,la Regione sta pensano di mettere in piedi sistema di prenotazione garantendo alle persone un test nell’arco di un’ora. Nelle prossime ore, infine, la Regione dovrà dire al commissario per l’emergenza Domenico Arcuri come sono stati allocati i 51 ventilatori per le terapie intensive inviati nei mesi scorsi e finora non utilizzati.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere