CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La Lega va all’attacco del M5S anche in Umbria: il primo colpo è il passaggio di Lucidi ma si lavora anche su altri

Perugia Terni Politica

La Lega va all’attacco del M5S anche in Umbria: il primo colpo è il passaggio di Lucidi ma si lavora anche su altri

Redazione politica
Condividi
Il leader della Lega Matteo Salvini
Il leader della Lega Matteo Salvini

PERUGIA – La notizia, è che c’è l’ufficialità: i senatori Ugo Grassi, Francesco Urraro e lo spoletino Stefano Lucidi hanno formalizzato il passaggio dal gruppo del M5S a quello della Lega. E Lucidi la spiega così: “Sono onorato di iniziare questo percorso politico – afferma Lucidi – sia a livello nazionale che locale con i tanti colleghi umbri in regione e nei vari consigli comunali”. “Noi non abbiamo un prezzo, la nostra dignita’ tradita – commenta il leader della Lega Matteo Salvini – vale piu’ di tutto”. E leader della Lega Matteo Salvini, con un tweet gongola e sprizza felicità: “Diamo il benvenuto nella grande famiglia della Lega ai senatori Ugo Grassi, Francesco Urraro e Stefano Lucidi che sul Mes e su tanto altro sono rimasti coerenti con i propri ideali, rinnegati e traditi dai 5Stelle ormai a rimorchio del Pd”. Tutto qui? No, perché quello della Lega è un vero e proprio piano di annessione su cui Salvini ha ragionato a tavolino co i suoi più stretti collaboratori e con i suoi senatori e parlamentari. A partire dal segretario regionale e deputato della Lega Virginio Caparvi ma anche il commissario del partito di Terni onorevole Barbara Saltamartini. La sostanza: andare a raccogliere il malcontento che c’è tra le file dei grillini umbri dall’ultimo dei consiglieri comunali al primo dei dirigenti. Su Terni si è già vista la strategia con il passaggio del consiglio comunale Marco Cozza dal M5S alla Lega.

Operazione  Un parlamentare umbro della Lega, dietro richiesta di anonimato, la mette giù così: “In Umbria c’è un vero e proprio smottamento dei pentastellati e il passaggio di Lucidi è solo uno dei primi, basti pensare che se si va ad elezioni pochi o nessuno dei parlamentari umbri del M5S riuscirà a tornare in Parlamento. Ma non solo tra i vertici ci sono anche molti militanti che hanno vissuto l’accordo con il Pd come è un vero tradimento. Salvini? Ci ha detto di tenere occhi e orecchie aperte”. Ma soprattutto le porte. Perché la Lega in Umbria ormai un piano lo ha messo a punto: andare allo svuotamento del M5S. E non è n caso che proprio tra i pentastellati l’allarme sia scattato e l’ex consigliere regionale Andrea Liberati a nome del leader politico e ministro Luigi Di Maio cerchi di controllare la situazione e serrare le fila. Una sfida tuta giocata sui timori e le lusinghe. Ma molto cruenta.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere