CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Jeeg Robot, premi e successo: un film di Gabriele Mainetti

Approfondimenti Extra

Jeeg Robot, premi e successo: un film di Gabriele Mainetti

Redazione
Condividi

di Virginia Gnoni
PERUGIA – Lo chiamvano Jeeg Robot fa il pieno alla nottata degli “oscar italiani” del 18 aprile 2016, aggiudicandosi ben 7 premi. Come si può iniziare a trattare di cinema se non si parla dell’ultimo successo italiano?
Un film di Gabriele Mainetti ( premio come miglior regista esordiente ), un lungometraggio che parla d’Italia tramite quello che può essere definito uno dei primi supereroi del cinema italiano.
E’ davvero incredibile come abbia potuto provar a fare una fusione tra i più significativi cinecomic americani e il contenuto attuale  in se per se del film italiano. Mainetti accompagnato  dalla sceneggiatura di Guagliannone  aveva già “esordito” in passato  mettendo in scena lupin III, il corto Basette e Tiger boy, così insieme allo sceneggiatore Menotti hanno costruito un modello creativo e tecnico originale che con ” lo chiamavano jeeg robot” emerge clamorasamente e senza indugi, con tanto di contenuti scrittura e cast ( nonostante il budget limitato) davvero eccezionale  che infatti vince 4 premi: miglior attore protagonista  Claudio Santamaria, miglior attore non protagonista Luca Marinelli, miglior attrice Protagonista Ilenia Pastorelli e miglior attrice non protagonista Antonia Truppo.
Il film si svolge a  Roma, dove Enzo ceccotti un uomo disinteressato di  tutto, un po’ selvaggio, avido, il quale unico hobby è  il guardare  film porno,  ma che sotto cela una morale, si guadagna da vivere commettendo furti, (sarà proprio questo suo stile di vita … a cambiarlo per sempre) scappa dalla polizia che lo sta inseguendo per il reato che ha appena commesso, si tuffa nel tevere  cercandovi riparo e per errore cade  in un barile  contentente sostanze radioattive. Ritornerà a casa zuppo  di quel liquame e malconcio quasi esanime.. ma quando il giorno dopo riprende i sensi scopre  quasi subito di essere diverso … aveva acqusito una forza e una capacità di resistenza inaudita. Mentre sta cercando di capire cosa gli stia accadendo, Roma è in subbuglio in quanto deve fare i conti con la malavita italiana che sta cercando di creare caos. Emerge proprio qui quello che sarà il rivale del nostro eroe ,che se vogliamo a tratti caratteriali  possiamo paragonare  all’antagonista più amato di Batman, il Joker (DC COMICS)  che cerca di farsi strada all’interno dei clan  in quanto vuole su di se le luci della ribalta, che pensa gli appartengano di diritto, eccentrico e sopra le righe, malato di si se stesso, della sua immagine ed estremamente FOLLE.  inseguito alla morte di un suo amico per una affare andato male enzo conoscerà Alessia la figlia del  collega morto,  la quale scoprendo i poteri  che ha acquisito il ragazzo  e basandosi sul suo manga/anime preferito (pubblicato nel 1975 dalla rivista Giapponese Kōdansha) lo rinomina JEEG ROBOT …