lunedì 20 Settembre 2021 - 06:54
22.8 C
Rome

ITS Umbria Smart Academy: gli studenti del percorso in Circular Economy vincitori della Change Reload

Vittoria nel settore Agroalimentare, con un progetto realizzato in collaborazione con Arpa Umbria e Sviluppumbria

PERUGIA – Riutilizzare gli scarti della produzione casearia per bonificare i terreni. Grazie a questo progetto gli studenti del percorso di ITS UMBRIA in “Circular Economy” del biennio 2020-22 sono risultati tra i vincitori della General Challenge Reload Umbria per il settore Agroalimentare. Reload Umbria è un’iniziativa no-profit di crowdsourcing, promossa dalla Regione Umbria con il supporto di Sviluppumbria, che mira a raccogliere tra i giovani idee e soluzioni per il rilancio dell’economia regionale e a favorire il loro sviluppo all’interno delle imprese.

Il progetto presentato dagli studenti di ITS Umbria Smart Academy, in collaborazione con Arpa Umbria, è estremamente attuale perché presenta soluzioni sostenibili ai problemi della transizione ecologica, in particolare la necessità di accelerare le procedure di bonifica con l’obiettivo di recuperare e riqualificare i siti contaminati.

Michela Sciurpa “Siamo molto soddisfatti della grande partecipazione con cui è stata accolta la Challenge #ReloadUmbria, risultato della collaborazione aperta che Sviluppumbria ha sostenuto con tutte le associazioni ed istituzioni regionali che hanno creduto nel progetto #ReloadUmbria come nel caso di ITS Umbria Smart Academy. Ci vediamo con tutti i vincitori l’8 settembre per conoscere le soluzioni innovative premiate e dare il via al matching con le aziende” afferma Michela Sciurpa, Amministratore unico di Sviluppumbria, ente che ha coordinato la realizzazione dell’iniziativa.

Giuseppe Cioffi “L’eccellente risultato ottenuto dagli studenti del percorso in Circular Economy – sottolinea Giuseppe Cioffi, Presidente di ITS Umbria Smart Academy – è motivo di grande compiacimento, perché conferma in maniera autorevole e indipendente l’ampiezza e la profondità dei contenuti scientifici nonché l’efficacia della loro modalità didattica. Questo è stato possibile grazie alla scelta strategica di collaborare con Arpa Umbria, che ha fornito i supporti tecnologici e l’assistenza agli allievi. Il progetto propone un processo innovativo e biodegradabile di bonifica che, a costi contenuti, chiude il ciclo della produzione casearia riutilizzandone gli scarti al fine di bonificare i terreni. È un ottimo esempio di economia circolare in cui gli scarti di un settore da problema diventano opportunità, come materia prima di altri processi sostenibili”.

”I prossimi anni saranno decisivi per un cambio di paradigma nel segno della sostenibilità e dell’economia green per il nostro paese. Il Recovery Plan rappresenta un’occasione da non perdere per riportare l’ambiente al centro. Cercare di portare innovazione ed efficienza nelle procedure di bonifica è l’obiettivo fondamentale. Risultati poi, come quello ottenuto dell’ITS, vanno a sottolineare sempre più l’importanza di questi istituti nel tessuto culturale ed economico italiano” evidenzia Luca Proietti, Direttore Generale di Arpa Umbria.

Il percorso di ITS Umbria Smart Academy nell’ambito della Circular Economy forma “Tecnici esperti dei materiali e processi industriali per la transizione ecologica” con elevate conoscenze di tutti i materiali tipicamente utilizzati nei processi industriali, distinguendone i livelli di performance ambientale.

La conoscenza delle proprietà dei materiali, del loro impiego e della possibilità di essere riciclati/riutilizzati permette di promuovere e gestire all’interno delle aziende i processi di trasformazione da economia lineare ad economia circolare in cui non esistono scarti o rifiuti, ma solo materie in trasformazione attraverso processi sostenibili.

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi