CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Intervista a Meskalila, la signora delle stelle

Cultura e Spettacolo Varie Interviste Extra

Intervista a Meskalila, la signora delle stelle

Redazione cultura
Condividi

Meskalila durante una cerimonia di premiazione

di Marcella Cecconi

PERUGIA – Nunzia Coppola (Meskalila) è un’astrologa partenopea che risiede da tempo a Perugia, poiché considera il capoluogo umbro la città più vicina alla sua anima e al suo cuore. Precedentemente ha vissuto quindici anni in India, seguendo percorsi iniziatici di Astrologia karmica e Tantra con Chakradher Josinath, Aghora Langta Baba e Guru Jay Kāli. Nel periodo della sua formazione, ha frequentato il quadriennio di Astrologia occidentale presso la Faculty of Astrological Studies di Londra, conseguendo il diploma di laurea e ottenendo il titolo di D.F.Astrol.S. Nel 2016, l’Indian Institute of Oriental Heritage le ha conferito due prestigiosi premi: Global Outstanding Astrologer Award e Woman Astrologer 2016 Award. A febbraio 2017 riceverà, dallo stesso istituto, la medaglia d’oro e il dottorato d’onore. È membro MAPAI (Member of Association of Professional Astrologers International), delegata C.I.D.A. per Perugia e Umbria, vicepresidente ISAR (International Society for Astrological research), presidente Associazione culturale Jayavidya, D.F.Astrol.S e Counsellor in Gestalt psicosociale. Insegna astrologia, meditazione sui Chakra e Sri Vidyā, e organizza convegni internazionali di astrologia. Esperta di culture, miti e discipline orientali, ha tenuto lezioni per il Dipartimento di Ricerca e metodologia sociologica presso l’università “La Sapienza” di Roma. È l’autrice dei volumi “M come meraviglia” (2010, Ed. Cittadella), “D come desiderio” (2012, Ed. Cittadella), “La Luna e le sue Dee” (2013, Edizioni librarie Capone). È inoltre coautrice di “Maestri. Leadership spirituali: vie, modelli, metodi” (a cura di Michele Colafato, 2006, Edizione Franco Angeli), “Un laboratorio… da fiaba” (Ufficio relazioni esterne, 2008, Editoria e Cimi).

“E le stelle stanno a guardare”. Quanto incidono i movimenti dei corpi celesti nella vita di ciascuno di noi?

“Ogni pianeta esprime caratteristiche generali che trovano corrispondenza specifica nel nostro essere e negli eventi esterni. Il modo in cui reagiamo agli eventi è legato alla forza con cui attiviamo il nostro libero arbitrio. La misura in cui i raggi planetari incidono nella nostra vita è direttamente proporzionale al nostro livello di auto-consapevolezza”.

Scienza o credenza: al di là dei preconcetti e dei luoghi comuni, cos’è realmente l’Astrologia?

“L’Astrologia è una disciplina umanistica con principi matematici, filosofici e astronomici. È una dottrina antichissima ma ancora in itinere e, soprattutto, multifattoriale. Attraverso i suoi molteplici strumenti di analisi, studia i comportamenti delle persone e le loro reazioni agli eventi che si sviluppano in accordo con cicli planetari definiti”.

Astrologia o Astrologie? Quanti sistemi di interpretazione esistono e qual è la tua scuola di riferimento?

“Astrologia, senza dubbio. Poi vi sono varie scuole di pensiero e vari settori di applicazione, come per tutte le discipline. La mia scuola di riferimento è lo Jotisha, cioè l’Astrologia hindu, a cui si aggiunge l’Astrologia occidentale moderna approfondita presso la Faculty of Astrological Studies di Londra”.

Meskalila com’è nata la tua passione e quando ti sei scoperta astrologa?

“Sin da bambina sono stata affascinata dalle stelle. Durante l’adolescenza, ho iniziato a ricercarne i significati, scoprendo in me una passione immensa per l’Astrologia. Da allora continuo a studiarla, approfondirla e applicarla”.

Un nuovo anno sta per iniziare. Cosa prevedono le stelle?

“Le previsioni cosiddette segno-solari sono semplificazioni che banalizzano lo spirito dell’Astrologia. Sulla Terra vivono alcuni miliardi di individui appartenenti a ciascuno dei quattro Elementi e a tutti i Segni zodiacali. Di norma, la previsione viene fatta individualmente, tenendo conto del Tema natale inerente ad una determinata persona e all’insieme della sua situazione planetaria. Ecco, a livello globale, che cosa accadrà nel cielo: Giove, da novembre 2016 e dopo dodici anni, ha fatto il suo ingresso nel Segno della Bilancia e ora si oppone a Urano in Ariete. Resterà in Bilancia fino a ottobre 2017. Saturno, dopo più di tre anni in Sagittario, a fine dicembre passerà in Capricorno che è il suo Segno di appartenenza. Il Nodo Lunare entrerà in Leone a maggio e vi resterà fino all’inizio del 2018. Nettuno transiterà tra  il 9° e il 13° in Pesci. Chirone transiterà nella terza decade dei Pesci in quadrato con Saturno. Questo quadro complessivo ci lancia un messaggio ben preciso: cerchiamo l’armonia dietro ogni cosa, iniziando da noi stessi. Non è più tempo di leccarsi le ferite”.

L’Italia sta vivendo un periodo di grande incertezza che concerne la politica, l’economia, le istituzioni e la società nel suo insieme. Cosa ci attende il prossimo anno?

“Come accennato prima, l’avvenuto ingresso di Giove in Bilancia invoca la ricerca dell’equilibrio, amplificando l’inclinazione ai compromessi più disparati. Nello stesso tempo appare necessaria un’apertura verso nuovi sbocchi, anche economici. Bisogna considerare che siamo ancora sotto Chirone in Pesci e che le apparenze potrebbero celare ferite dolorose che la nostra società si trascina dietro da diverso tempo. Verso maggio e luglio 2017, con la quadratura di Giove a Plutone, si potrebbero inasprire i conflitti di potere, fino a minacciare la rottura di certi schemi, sinora mantenuti in vita con sistemi artificiosi. L’opposizione al pianeta Urano sembra suggerire la necessità di risolvere il conflitto in maniera concreta e non strategica; potrebbe anche trattarsi di un cambiamento precipitoso e inatteso, con la possibilità che il popolo riesca a smascherare i messaggi ingannatori prodotti dal prestidigitatore politico di turno, affrancandosene”.

Il sistema comunitario europeo ha evidenziato una notevole criticità interna, e la sua stessa esistenza viene messa continuamente in discussione: quali sono le previsioni per l’Unione Europea in questo 2017?

“Anche per l’Europa il 2017 continua a essere segnato da Giove in Bilancia e dalla Grande Croce Cardinale. A marzo, il transito di Urano in Ariete è amplificato dalla congiunzione con Plutone. Il 10 ottobre, Giove entra in Scorpione. Saturno per tutto il 2017 è di transito nella Terza Decade del Sagittario. Nettuno nei Pesci transita tra il 9° e il 13°. Chirone nei Pesci, le varie opposizioni e le quadrature indicano conflitti non sempre acclarati, che si sottraggono alle strategie manipolatorie tipiche del potere. Marte e Saturno sono puntellati da Nettuno, quasi a indicare che l’equilibrio diplomatico si può spezzare a causa di eventi che richiedono decisioni forti. L’insieme potrebbe anche indicare complicazioni originate dalla confusione o da scandali destabilizzanti che incidono sulle decisioni delle nazioni coinvolte. L’Europa può andare incontro o richiedere ai suoi membri una svolta differente da ciò che era stato pianificato negli anni precedenti”.

“Guerra e pace”: cosa c’è scritto nei cieli del nostro pianeta?

“In questo momento così delicato per la storia terrestre, i movimenti celesti continuano a suggerire un cambiamento di prospettiva. Sembrano dire: “I cieli sono tanti, la Terra è una sola. Vogliamo vederla evolvere in modo naturale e pacifico, vogliamo il suo benessere. Approfittate degli influssi positivi di Giove per seminare buone intenzioni; se tagliate le erbe infestanti con la forza di Saturno, vi preparerete a buoni raccolti. Con l’energia di Urano, trovate il coraggio di analizzare la conflittualità in cui siete immersi, mettete in discussione i dogmi obsoleti e iniziate a pensare al cambiamento”.

In questi ultimi anni la natura si è risvegliata in maniera drammatica e prepotente, mostrandoci spesso il suo volto più brutale. Cosa si prevede per il 2017?

“Penso che questo aspetto sia presente da sempre: le glaciazioni, la deriva dei continenti e tutti i fenomeni tellurici testimoniano i cicli di cambiamento, che a volte sono devastanti. L’energia della Terra è attiva sin dalla sua formazione e continuerà a produrre mutamenti. Purtroppo, in quest’epoca, si aggiungono gli effetti nefasti derivanti dall’azione umana. Ma non dimentichiamo che la Terra è anche e soprattutto bellezza, e che ogni giorno ci mostra un volto amico: le bellezze naturali, gli alberi, i fiori e ogni particolare del suo incanto infinito”.

Per concludere, regalaci una frase di buon auspicio per l’anno a venire.

“Auspico che ciascun essere umano possa scoprire e vivere il migliore dei futuri possibili”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere