CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Infrastrutture, la Perugia-Ancona si chiamerà ‘Via di Francesco’

Perugia Cronaca e Attualità Assisi Extra EVIDENZA2 Città

Infrastrutture, la Perugia-Ancona si chiamerà ‘Via di Francesco’

Redazione
Condividi

Un cantiere stradale sulla Perugia-Ancona

ASSISI – Si chiamerà “Strada di Francesco” la Perugia-Ancona, ormai vicina al completamento, che unirà ancora di più l’Umbria e le Marche. L’annuncio ufficiale è arrivato in occasione della tappa umbra del roadshow “Congiunzioni”, che sta attraversando l’ Italia per celebrare i 90 anni di Anas, oggi al teatro Lyrick di Assisi.

Innovazione “Questo viaggio attraverso l’ Italia – ha sottolineato l’ amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani – vuole raccontare 90 anni di storia dell’ Azienda delle strade, proiettata sempre più verso la qualità del servizio offerto e il futuro. La nuova Anas punta, infatti, sulla manutenzione delle strade, sulla tecnologia, su strade smart e sulla sostenibilità”.

Unione “Umbria e Marche – ha aggiunto Armani – stanno vivendo una fase storica dal punto di vista stradale grazie al Progetto Quadrilatero e ad altre importanti opere che Anas sta realizzando. Basti pensare che il nostro piano investimenti 2016-2020 prevede lavori per 2,9 miliardi di euro in queste due regioni. Dopo l’ apertura della Foligno-Civitanova e del tratto umbro della Perugia-Ancona con il completamento di quest’ ultima sarà definitivamente superato lo storico isolamento delle aree interne. I nuovi collegamenti possibili tra le due coste e verso le grandi vie di comunicazione generano enormi opportunità per Umbria e Marche dal punto di vista economico-industriale, turistico e culturale”.

Fine lavori La Perugia-Ancona, che comprende le strade statali 318 “di Valfabbrica” e 76 “della Val d’Esino”, è un’opera che ha richiesto un investimento complessivo di 760 milioni di euro. Ad agosto 2016 Anas ha aperto al traffico il tratto umbro. Sul tratto restante della i lavori procedono speditamente. In particolare sono in fase di completamento da parte della società Quadrilatero gli ultimi due lotti (Fossato di Vico-Cancelli e Albacina-Serra San Quirico) per circa 21 km totali che da soli valgono un investimento di 400 milioni di euro. A febbraio Quadrilatero ha aperto in configurazione provvisoria 7 km della nuova carreggiata realizzata, compresa la galleria «Gola della Rossa» che è la più lunga di tutto l’itinerario con i suoi 3,7 km. Complessivamente, su 21 km sono aperti 19 km di nuova carreggiata in configurazione provvisoria. L’apertura al traffico in configurazione definitiva a quattro corsie è prevista nei primi mesi del 2019.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere