CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Infrastrutture, per la ex ferrovia Spoleto-Norcia arrivano due milioni per concludere il tracciato

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

Infrastrutture, per la ex ferrovia Spoleto-Norcia arrivano due milioni per concludere il tracciato

Redazione
Condividi
Un tratto della ex ferrovia
Un tratto della ex ferrovia

PERUGIA – Procedure d’appalto in corso per due milioni di euro di lavori post sisma sulla ex ferrovia Spoleto-Norcia, ma soprattutto l’impegno dell’assessore regionale Enrico Melasecche a ripristinare in due anni l’intero tracciato da 54 km. Interessa il tratto di oltre 9 chilometri, tra Piedipaterno e Balza Tagliata, e sarà un cantiere post sisma, quello che la Regione è impegnata a realizzare per centrare “l’obiettivo fondamentale della riapertura della ex ferrovia”, come spiegato martedì mattina da Melasecche. “Insieme all’assessore Paola Agabiti, per scandire il progredire di questo grande progetto, che riguarda l’intera Umbria, abbiamo in animo di organizzare due incontri l’anno, cominciando dal prossimo settembre a Spoleto”.

Tracciato Sul tracciato, comunque, prima dell’epidemia del Covid-19, che ha stoppato anche i cantieri, erano in corso 3,3 milioni di euro di lavori finanziati col Piat (piano integrato per lo sviluppo delle aree terremotate. Melasecche sul punto spiega che questi lavori “sono in corso di completamento» compreso «il recupero del tratto di San Martino, con la ricostruzione del cavalcavia sulla statale Valnerina all’altezza di Sant’Anatolia di Narco”.

Tre milioni Sulla ex ferrovia, poi, l’assessore regionale ai lavori pubblici ricorda che “tre milioni di euro sono stati destinati al tratto di 7 km tra Casale Volpetti e Serravalle, dove la progettazione definitiva in corso di redazione”, mentre “è pronto il progetto esecutivo da 1,5 milioni per il percorso di 18 km tra Spoleto e Sant’Anatolia di Narco”. Oltre al punto sulle risorse stanziate, Melasecche dice che “tra le priorità della legislatura c’è sicuramente la realizzazione del progetto L’Umbria, un unicum affascinante di ciclovie, cammini e sentieri” e fissa tra gli obiettivi della giunta regionale la “riorganizzazione e il completamento della rete delle piste ciclabili regionali integrandola con quella dei cammini e dei sentieri, a cominciare da quelli legati ai santi più noti al mondo, in modo da connotare sempre più la nostra regione per questa sua caratteristica”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere