CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Inchiesta sanità, per il tribunale del Riesame ruolo apicale dei politici

Cronaca e Attualità Extra EVIDENZA2

Inchiesta sanità, per il tribunale del Riesame ruolo apicale dei politici

Redazione
Condividi

L'ingresso della Procura di Perugia

PERUGIA – Secondo i magistrati del tribunale del Riesame non ci sono dubbi: nell’inchiesta sanità un ruolo apicale è quello riaperto dai politici, ovvero Gianpiero Bocci, Luca Barberini e Catiuscia Marini. Secondo il Riesame almeno stando a quanto scritto nelle motivazioni dell’ordinanza “l’imputazione del delitto di associazione per delinquere appare incompleta ed è tale da non comprendere, allo stato, alcune figure che appaiono decisive per delineare la composizione di vertice e il funzionamento del sodalizio criminoso. Pur tuttavia, nella fase delle indagini preliminari e fino all’esercizio penale, per definizione, l’imputazione ha caratteristiche di fluidità e provvisorietà e deve continuamente adattarsi rispetto alle acquisizioni probatorie. Spetterà al pubblico ministero con l’esercizio dell’azione penale definire compiutamente tutte le condotte delle persone che hanno contribuito alla creazione e al mantenimento in vita del sodalizio criminale. In questa fase – spiegano i giudici nell’ordinanza – l’incompletezza dell’imputazione non impedisce al collegio di procedere alla valutazione sulla sussistenza della gravità indiziaria del delitto associativo e di affermare, sia pure incidentalmente, che i referenti politici individuati nel corso dell’indagine non possono considerarsi una sorta di corpo estraneo al sodalizio”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere