CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Inaugurazione anno giudiziario, il pg Cardella: “La mafia s’insinua anche nell’economia legale”

Perugia Cronaca e Attualità Città

Inaugurazione anno giudiziario, il pg Cardella: “La mafia s’insinua anche nell’economia legale”

Redazione
Condividi

Il procuratore generale di Perugia, Fausto Cardella

PERUGIA – Nel distretto giudiziario di Perugia e dell’Umbria, la situazione è caratterizzata dalla presenza ed operatività di alcune “proiezioni delle organizzazioni mafiose tradizionali, soprattutto di matrice ‘ndranghetista e camorrista, benché non siano da sottovalutare alcuni recenti indicatori della presenza anche di Cosa Nostra”, queste le parole del procuratore generale di Perugia, Fausto Cardella, pronunciate l’inaugurazione dell’anno giudiziario. “Le attività d’indagine degli ultimi anni – ha proseguito Cardella -, indicano che le mafie tradizionali in prevalenza tendono ad insinuarsi nell’economia legale, attraverso il reinvestimento e reimpiego dei proventi delle attività criminali spesso condotte nelle regioni di origine – in attività imprenditoriali e commerciali nei settori edile, della gestione dei rifiuti, della ristorazione, dell’intrattenimento e dei servizi, avviando le relative attività ex novo, servendosi di prestanome, e approfittando delle situazioni di crisi o di minore liquidità di cui certe imprese soffrono. Manca, invece, un vero e proprio radicamento delle consorterie criminose nel territorio; ciò dipende non soltanto dalla attenta vigilanza e dalla pronta azione delle Forze di Polizia, cui va un elogio incondizionato, ma anche dal virtuoso comportamento dei cittadini, i quali denunciando tempestivamente ogni azione illegale, riponendo fiducia nello Stato, hanno fin qui evitato che la mala pianta mafiosa prendesse piede”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere