CARICAMENTO

Scrivi per cercare



In Valnerina nasce la Casa dei semi per prendersi cura dei più deboli

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

In Valnerina nasce la Casa dei semi per prendersi cura dei più deboli

Redazione
Condividi

La firma della convenzione per la Casa dei Semi
NORCIA – Nasce la Casa dei Semi della Valnerina, la seconda dell’Umbria. Prenderà posto nell’azienda agricola Melgrani di Vallo di Nera, che è anche una fattoria didattica, il progetto finalizzato alla conservazione di semi rari ed autoctoni, ma anche alla riproduzione dei semi puri, al centro dell’accordo siglato sabato mattina dalla sindaca del piccolo Comune Agnese Benedetti da Massimiliano Brilli amministratore unico del Parco tecnologico dell’Umbria.

Sistema Quella che sarà allestita a Vallo di Nera è la seconda Casa dei semi dell’Umbria, dopo quella del Trasimeno, ma come ha spiegato Livia Polegri del Parco tecnologico “non stiamo parlando solo di un luogo, ma di un sistema di condivisione tra agricoltori che, oltre a scambiarsi le sementi, si scambiano conoscenze”.

Bambini A beneficiare del progetto saranno anche i bambini che nella fattoria didattica Malegrani potranno partecipare ad attività e laboratori specifici per conoscere. “Nella Casa dei semi verrà istituito – ha spiegato la sindaca – il registro degli agricoltori dell’intera Valnerina che nel rispetto del disciplinare potranno coltivare i semi raccolti; inoltre si sta già lavorando con le scuole del territorio per la semina degli orti comuni, oltre che per realizzare attività didattiche e divulgative”.

Inaugurazione La firma della convenzione è avvenuta nell’ambito dell’inaugurazione Fior di Cacio, la manifestazione che animerà il borgo della Valnerina per tutto il weekend e che come sempre si apre con un focus quest’anno dedicato alla Biodiversità in Comune: le esperienze delle amministrazioni comunali impegnate nella tutela della valorizzazione dell’agrobiodiversità.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere