domenica 24 Ottobre 2021 - 12:02
9 C
Rome

In Umbria la stagione della caccia si apre con poche irregolarità

A Città della Pieve lite per un parcheggio. Ucciso un capriolo al Trasimeno, si apre un’indagine

Il 90% delle richieste di intervento da parte dei cittadini ha riguardato la presunta mancanza di rispetto delle distanze dalle abitazioni. Si segnala a Città delle Pieve la richiesta di intervento a seguito di una lite causata dalla sosta di veicoli tra dei cacciatori e dei proprietari di una abitazione. I controlli in generale hanno riguardato le persone e i documenti abilitativi oltre che alla verifica delle armi e delle munizioni impiegate. L’attenzione dei militari è anche ricaduta sul benessere dei cani e dei loro microchip. Sono stati effettuati un totale di 278 controlli; scattati già a partire dalle prime ore del mattino.

Reato contro ignoti

In alcune aree si è riscontrata una bassa presenza di cacciatori rispetto alle prime giornate di altri anni. Un reato, al momento verso ignoti, è stato riscontrato a seguito del rinvenimento di un capriolo morto, specie non cacciabile, nella zona del Lago Trasimeno. I cacciatori fermati per controllo sono stati 306 con poche irregolarità riscontrate: 3 le sanzioni elevate di importo 206 euro che prevedono anche il sequestro di armi e munizioni.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi