CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Impresa Grifo Perugia: blitz in casa della capolista Vittorio Veneto

Perugia Sport Altri Città

Impresa Grifo Perugia: blitz in casa della capolista Vittorio Veneto

Redazione sportiva
Condividi

Permac Vittorio Veneto – Grifo Perugia 0-1

Permac Vittorio Veneto: Reginato, Mantoani, Dal Pozzolo, Perin, Da Ros, Tommasella, Mella, Foltran, Manzon (Sovilla), Piai, Ponte (Zanon). A disp.: Ferin, Sogaro, Zanette, Pistis, Zanella.

Grifo Perugia: Marroccoli; Zelli, Monetini, Fiorucci C., Accettoni; Rosmini, Brozzetti, Bianconi; Fiorucci G.; Narcisi (Bylykbashi), Pellegrino (Tuteri). A disp.: Baylon, Alessi, Ferretti. All.: Belia

Reti: 14′ pt Fiorucci G. (GP)

Arbitro: Vincenzo Matera di Matera

Note: ammoniti: Zelli (GP), Zanon (VV), Rosmini (GP), Bianconi (GP), Manzon (VV)

VITTORIO VENETO – Probabilmente è stata una partita che ha dato poco dal punto di vista dello spettacolo e delle occasioni, ma la Grifo Perugia, con sagacia e con una resistenza encomiabile nel secondo tempo, è riuscita nell’impresa di riportare a casa l’intera posta in palio dalla trasferta forse più difficile del campionato, quella contro la testa di serie del campionato Permac Vittorio Veneto. Un match equilibrato dove le Grifoncelle sono riuscite a sfruttare al massimo l’unica importante occasione creata, trasformata dall’ottima Giulia Fiorucci. Ad onor di cronaca va detto che anche le padrone di casa, nonostante abbiano sicuramente mostrato triangolazioni e scambi degni di una squadra che occupa la prima posizione, non sono riuscite a creare molto se non un paio di occasioni. La sfida fra le due compagini si è aperta con una fase di studio culminata con il gol del vantaggio delle umbre al 14’minuto. Contropiede con discesa di Zelli sulla fascia che crossa in mezzo all’area: un difensore del Vittorio Veneto ribatte la sfera che viene raccolta da Giulia Fiorucci che con abilità la insacca in rete e fa 1-0. Le venete ci provano con Piai di testa, ma senza sortire troppe preoccupazioni a Marroccoli, tornata dal 1’minuto al posto del portiere francese Baylon. Gioco maschio e partita che stenta a decollare anche dopo la rete della Grifo: il primo tempo termina senza ulteriori emozioni. La ripresa si apre con una debole conclusione di Mella che si perde sul fondo. La Permac Vittorio Veneto prova a spingere sull’acceleratore, ma trova la stoica opposizione dell’undici di Belia: Tommasella va al tiro, ma per fortuna della Grifo, la palla si perde di poco alta sopra la traversa dando solo l’illusione del gol. Le locali con il passare dei minuti si innervosiscono e la numero diciannove Zanon, subentrata, rimedia un giallo. Sul taccuino dei “cattivi” finiscono anche le perugine Bianconi e Rosmini e la veneta Manzon. La partita termina senza ulteriori occasioni né da una parte né dall’altra grazie anche all’ottima fase difensiva delle Grifoncelle, davvero impeccabili quest’oggi. Le ragazze del tecnico Belia dimostrano che, nonostante qualche battuta d’arresto contro formazioni di media classifica, possono davvero giocarsela con tutti. Il segnale dato dalla Grifo Perugia con questa prova di forza e anche di resistenza al resto del campionato è forte e chiaro. Ora spetterà allo staff tecnico lavorare su qualche calo mentale palesato dall’undici biancorosso in alcuni frangenti di questa stagione, ma il bicchiere è mezzo pieno.