CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Impresa del Gubbio: segna Burzigotti nel recupero, battuta la capolista Padova

Calcio Alta Umbria Sport

Impresa del Gubbio: segna Burzigotti nel recupero, battuta la capolista Padova

Redazione sportiva
Condividi

GUBBIO (4-4-1-1): Volpe; Kalombo, Burzigotti, Piccinni, Lo Porto; Cazzola, Giacomarro, Sampietro (38′ st Bergamini), Ciccone (38′ st De Silvestro); Casiraghi (28′ st Jallow); Marchi. A disp.: Costa, Fumanti, Paolelli, Paramatti, Conti, Malaccari, Manari, Libertazzi. All. Pagliari.
PADOVA (4-3-2-1): Bindi; Cappelletti, Ravanelli, Trevisan, Contessa; Mandorlini (34′ st Mazzocco), Pinzi (24′ st Serena), Belingheri; Pulzetti (1′ st Guidone), Candido (18′ st Tabanelli); Capello (34′ st Mercandella). A disp.: Merelli, Burigana, Russo, Zivkov, De Risio, Chinellato, Cisco. All. Bisoli.
Arbitro: Paterna di Teramo (assistenti: Avalos-Basile ).
Marcatori: 49′ st Burzigotti (G).
Note: pioggia battente, terreno allentato. Ammoniti Cappelletti (P), Pinzi (P), Paolelli (G). Angoli: 6-2 per il Padova. Recupero: 0′ pt; 4′ st. Spettatori: 878 di cui 112 di Padova nel settore ospiti.

GUBBIO – La partita perfetta di Pagliari. Sotto una pioggia battente, il Gubbio supera nientemeno che la capolista e già campione d’inverno Padova e lo fa con una rete di Burzigotti all’ultimissimo secondo. Biancoscudati che fanno la partita ma sono incapaci di chiuderla, Lupi che invece prendono gradualmente coraggio.

La partita. Al 4′ Cazzola serve Casiraghi, il cui sinistro è intercettato al volo da Bindi. Al minuto 8 Cazzola calcia un corner in area:  mischia e  palla di poco a lato su tocco ravvicinato di Casiraghi. Al 27′ ci prova Giacomarro dalla lunga distanza, ma il suo tiro finisce alto, poco dopo si vede il Padova con Mandorlini che crossa in mezzo ma Capello e Candido da due passi mancano clamorosamente l’aggancio. Prima del riposo ‘ Casiraghi serve al limite per Sampietro, tiro di sinistro che sfila a fil di palo

Gubbio che si vede nella ripresa con Lo Porto che ci prova con un tiro al volo di sinistro e la palla che ermina di poco a lato alla sinistra del portiere. Al 14′ è lesto Casiraghi a rubare palla su Contessa, entra in area, ma da posizione decentrata calcia in porta, Bindi si accartoccia e para a terra. Poi il Padova segna, al minuto 22, ma si vede annullare la rete: Volpe esce ma non trattiene palla, Capello la riprende e segna con l’arbitro che fischia un fallo sul portiere ed annulla. Proteste ospiti. Ancora Gubbio pericoloso sull’asse Casiraghi-Marchi, poi il Padova protesta reclamando un presunto contatto in area tra Lo Porto e Mercandella, con l’arbitro che lascia correre. Al 4′ di recupero, l’apoteosi:   Bergamini calcia in area da punizione da 40 metri, la palla sfila con il tocco impercettibile di Burzigotti quel tanto che basta per lasciare di stucco Bindi. Tre punti pesantissimi. Venerdi pomeriggio, prima di ritorno in casa col Vicenza.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere