CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Il vino di Orvieto sbarca in Vaticano e conquista i diplomatici mondiali

Cronaca e Attualità Narni Orvieto Amelia Varie

Il vino di Orvieto sbarca in Vaticano e conquista i diplomatici mondiali

Redazione
Condividi

Il Cardinale Ravasi ha fatto gli onori di casa

ORVIETO – Il vino di Orvieto va in trasferta…in Vaticano e conquista apprezzamenti. Il nettare “della Rupe” è stato infatti il protagonista di un ricevimento importante, quello della rappresentanza diplomatica italiana presso la  Santa Sede, che quest’ultima ha organizzato a margine del convegno internazionale “Un’economia più umana e giusta”, nell’ambito dell’iniziativa ‘Cortile dei Gentili’, voluta dal Papa Emerito Benedetto XVI. Il tutto si è svolto presso la sede diplomatica vaticana, a Palazzo Borromeo a Roma, gli stessi che nel 1929 ospitarono la stipula dei Patti Lateranensi.

I vini di Orvieto sono in questi giorni della manifestazione enograstronomica “Orvieto diVino” e questo è stato il debutto ufficiale per l’Orvieto Classico Superiore e  il Rosso Orvietano Doc e IGT Umbria. Parterre importante, con il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura a fare da anfitrione. Presenti fra gli altri il presidente del Senato Pietro Grasso, il premio Nobel per l’economia 2015 Angus Deaton, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, il sottosegretario agli Esteri Benedetto della Vedova e diversi diplomatici, oltre al presidente della Cei Cardinale Angelo Bagnasco ed esponenti del mondo politico e della finanza. A fare gli onori dei vini di Orvieto il presidente del consorzio  Vincenzo Cecci, il direttore Cesare Batalocco e la responsabile comunicazione Patrizia Marin.