CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Il ternano Lucioni positivo ad un anabolizzante: rischia fino a 4 anni

Calcio Terni Sport

Il ternano Lucioni positivo ad un anabolizzante: rischia fino a 4 anni

Redazione sportiva
Condividi

BENEVENTO – Con ogni probabilità è già finita la prima stagione del ternano ed ex rossoverde Fabio Lucioni in serie A. Il trentenne difensore del Benevento neopromosso infatti, è stato trovato positivo a un anabolizzante in un controllo antidoping in un test effettuato da Nado Italia dopo il match perso dai giallorossi con il Torino per 1-0 il 10 settembre scorso. L’anabolizzante trovato nelle analisi è il Clostebol e Lucioni, che era nella lista dei convocati per la trasferta di Crotone  rischia da uno a quattro anni di squalifica.

“La Prima Sezione del Tna, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping – si legge in una nota – ha provveduto a sospenderlo in via cautelare”. Il Clostebol, va precisato,  è uno steroide anabolizzante derivato del testosterone,che venne utilizzato dagli atleti della Repubblica Democratica Tedesca per aumentare le prestazioni fisiche ma che proprio per le sue caratteristiche viene anche utilizzato per la cura di abrasioni, ulcere cutanee e ragadi per favorirne la cicatrizzazione sfruttandone l’effetto anabolizzante.

La stessa sostanza fu riscontrata nel cesenate Dalmonte che fu sospeso per 14 mesi dopo l’assoluzione in primo grado. Proprio due giorni fa ha finito di scontare la squalifica.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere