CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Il Perugia torna finalmente ad entusiasmare, è manita al Carpi

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Il Perugia torna finalmente ad entusiasmare, è manita al Carpi

Alessandro Minestrini
Condividi

La festa dei grifoni al gol del 5-0 (foto Roberto Settonce)

PERUGIA-CARPI 5-0

PERUGIA (4-3-1-2): Rosati, Pajac, Monaco, Di Carmine (21′ st Frick), Buonaiuto (32′ st Terrani), Volta, Colombatto, Han, Belmonte, Bandinelli (20′ st Bianco), Brighi. A disp.: Santopadre, Nocchi, Zanon, Casale, Emmanuello, Mustacchio, Dossena, Falco. All. Breda

CARPI (4-4-2): Colombi, Capela, Verna, Malcore, Poli, Ligi, Pasciuti, Brosco, Mbaye (21′ pt Saric), Pachonik (4′ st Sabbione), Nzola (32′ st Romano). A disp.: Serraiocco, Vitturini, Giorico, Yamga, Manconi, Carletti, Calapai, Belloni, Hraiech. All. Calabro

ARBITRO: Sacchi della sezione di Macerata (Borzomì – Luciano)

RETI: 3′ pt Buonaiuto, 9′ pt Bandinelli, 32′ pt – 15′ st Di Carmine, 20′ st Han

NOTE: 7.443 spettatori. Ammoniti Mbaye, Pasciuti

PERUGIA –  Il lungo digiuno è finalmente terminato per il Perugia. Dopo quasi due mesi di crisi e di brodini, i grifoni tornano a trionfare in campionato, battendo al Curi per 5-0 il Carpi, orfano di Mbakogu. La voglia di combattere e di vincere, la lucidità e e una perfetta condizione psicologica sono tornate dopo tanto tempo e i risultati sono stati sotto gli occhi di tutti. Merito soprattutto del ferreo ritiro di Roccaporena che ha forgiato nuovamente gli animi degli uomini di Roberto Breda (al primo trionfo sulla panchina umbra). Tre punti d’oro, che serviranno tantissimi anche per la preparazione del derby al Liberati di domenica prossima.

Bandinelli esulta (Foto Settonce)

Bandinelli esulta (Foto Settonce)

Primo tempo Il Perugia mette le cose in chiaro sin da subito. Sia Han che Di Carmine ci provano ma non riescono nei loro intenti. È Buonaiuto a far esplodere il Curi al 3′ battendo Colombi con una rasoiata al limite dell’area. Calcio d’angolo per il Carpi al 7′. Sullo spiovente va Pasciuti, che manda la palla fuori. Grifo senza freni: al 9′ arriva la rete del raddoppio. Han scarica per Bandinelli che si trova fuori area. Il centrocampista biancorosso manda un potente missile di sinistro verso la porta avversaria e anche in questo caso l’estremo ospite resta a guardare. Al 14′ il Carpi prova a sfruttare una ripartenza. Viene fatto partire un traversone per Nzola, che si trova in posizione di fuorigioco. Al 16′ ancora grifoni all’arrembaggio. Di Carmine scambia con Bandinelli, che vuole la doppietta a tutti i costi. Il tiro, però, è calibrato male e la palla va a lato della porta di Colombi. Al 21′ altra ottima occasione per i padroni di casa: dopo un gran recupero, Belmonte crossa per Han. L’asiatico intercetta la sfera, mandandola fuori di poco. Al 24′ Mbaye atterra Bandinelli e viene punito col giallo. Altra ammonizione per il Carpi al 30′, dopo un fallo da dietro di Pasciuti su Di Carmine. Al 31′ Calabro toglie il poco soddisfacente Mbaye e fa entrare Saric. Il tris viene servito al 33′. Bel fraseggio fra Buonaiuto e Di Carmine, con quest’ultimo che si avventa sul pallone come un rapace non fallendo il 3-0. Nzola al 38′ si invola verso l’area perugina e tocca a Pajac fermarlo. Al 43′ azione prolungata degli uomini di Breda, che si chiude con un cross a vuota di Pajac. Il primo tempo si chiude con un rilancio di Rosati colto al volo da Di Carmine. Il gran fendente dell’attaccante perugino sibila sopra la porta avversaria.

La gioia dei grifoni dopo il secondo gol di Di Carmine (foto Roberto Settonce)

La gioia dei grifoni dopo il secondo gol di Di Carmine (foto Roberto Settonce)

Secondo tempo Al ritorno dagli spogliatoi nessun avvicendamento viene registrato nelle due formazioni. È il 48′ quando Di Carmine lancia un cross perfetto per Han. Il nordcoreano non ci arriva per un soffio. Bandinelli prova a recuperare ma è rimessa per il Carpi. Seconda sostituzione per gli ospiti al 49′: Pachonik lascia il posto a Sabbione. Nei minuti successivi il Carpi cerca di fare capolino ma il Perugia fa valere il proprio predominio. Il poker giunge al 60′. Punizione dalla trequarti per il Grifo. Di Carmine spara e per la seconda volta punisce la difesa emiliana. Han non vuole restare fuori dell’elenco dei marcatori e aggiunge la sua firma al 64′, siglando il definitivo 5-0. Due sostituzioni ravvicinate per il Grifo: il grande ex Bianco supplisce l’ottimo Bandinelli, mentre il giovane Frick prende il testimone dal mattatore della giornata. All’85’ viene concesso un rigore al Carpi. Lo batte Malcore, che becca in piano la traversa perugina. Il Grifo, per la gioia di tutti, è tornato a graffiare.

Ritorno a Roccaporena Il Perugia da martedì tornerà quindi in montagna per preparare nel migliore dei modi la sfida contro la Ternana. Ferree le regole del ritiro: niente cellulari (solo due finestre di mezz’ora a inizio e fine giornata per parlare coi familiari) per consentire ai ragazzi di interagire fra loro. Importante anche l’ausilio di uno psicologo, che ha ‘analizzato’ i biancorossi sia singolarmente che in gruppo.

Roberto Breda (foto Roberto Settonce)

Roberto Breda (foto Roberto Settonce)

Breda “È stato importante il risultato – così il mister a fine gara -. Abbiamo deciso di giocare coi nostri ritmi e di dare subito alla partita una svolta. È una gara positiva, ma ancora c’è da lavorare. Dobbiamo restare così determinati e di continuare con questo carattere. Ora torniamo in ritiro, per preparare al meglio la gara più importante della stagione. Dopo otto partite andate male, avevamo bisogno di un risultato del genere. Quella passata è stata una settimana molto ricca, in cui abbiamo lavorato bene sotto tutti i punti di vista. Il presidente ci è stato sempre vicino e ha trasmesso valori umani importantissimi”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere