CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Il Perugia inciampa al Rigamonti: il Brescia torna a vincere (2-1)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Il Perugia inciampa al Rigamonti: il Brescia torna a vincere (2-1)

Alessandro Minestrini
Condividi

Pajac nel match contro il Brescia (foto Roberto Settonce)

BRESCIA-PERUGIA 2-1 (0-0)

BRESCIA (3-5-2): Minelli, Somma, Machin, Ferrante (14′ st Caracciolo), Lancini, Ndoj (8′ st Martinelli), Bisoli, Furlan, Meccariello, Rinaldi, Cancellotti (22′ st Cattaneo). A disp.: Pelagotti, Bagadur, Di Santantonio, Rivas. All. Boscaglia

PERUGIA (4-3-1-2): Rosati, Zanon, Pajac, Monaco, Di Carmine, Buonaiuto (13′ st Terrani), Volta, Colombatto (27′ st Emmanuello), Han (28′ st Falco), Bianco, Bandinelli. A disp.: Santopadre, Nocchi, Casale, Mustacchio, Dossena, Belmonte, Del Prete, Frick. All. Giunti

ARBITRO: Livio Marinelli della sezione di Tivoli (Opromolla – Capaldo)

RETI: 3′ st Han (P), 20′ st Caracciolo (B), 35′ st Bisoli (B)

NOTE: Ammonito Lancini (B), Martinelli (B), Volta (P). Espulso Boscaglia (allenatore Brescia) per proteste. Recupero: 3’st

BRESCIA – Naufragio del Perugia al Rigamonti. Addio ai sogni di allungo. Alle rondinelle – dopo una lunga sequela di pareggi – torna il sorriso sulle labbra. Niente da recriminare ai grifoni. Per circa 55′ minuti la gara procede su ritmi equilibrati. Gli uomini di Giunti vanno in vantaggio al 49′, poi le rondinelle schierano quel fuoriclasse che risponde al nome di Andrea Caracciolo e la gara subisce un ribaltamento totale in favore dei padroni di casa.

Han durante la partita col Brescia (foto Roberto Settonce)

Han durante la partita col Brescia (foto Roberto Settonce)

Primo tempo Fra gli undici titolari non figura Del Prete, fuori a causa di una intossicazione alimentare. Giunti, quindi, fa ripartire Zanon dal primo minuto. Al 4′ è Han il primo a farsi vedere. Il nordcoreano si rende protagonista di una lunga cavalcata verso la porta avversaria, ma viene fermato al limite dell’area avversaria. Clamorosa palla gol per i padroni di casa al 9′. Machin serve Rinaldi, che si trova a tu per tu con Rosati. L’attaccante argentino in forza ai lombardi ci arriva con la punta del piede e la palla esce fuori di un soffio. Nei minuti seguenti si assiste a una fase di stallo che coinvolge entrambe le formazioni. Al 20′ nuovo brivido per i perugini, che vanno vicini al gol del vantaggio. Tiro dalla bandierina da sinistra calciato da Colombatto. Volta si avventa sullo spiovente. La sfera, però, viene deviata da un difensore della squadra di casa ed è di nuovo corner. Altra grande occasione al 23′. Inzuccata a terra di Di Carmine dopo un calcio di punizione. L’1-0 sembra già scritto, ma Furlan salva sulla linea. Al 28′, un diagonale di Ferrante accarezza lievissimamente il secondo palo della porta umbra. Al 29′ Bandinelli prova a sorprendere Minelli dalla distanza. Il suo tiro di mancino vola alto di poco sopra la traversa dei rivali. Al 37′ il Perugia perde ingenuamente palla. Rinaldi scambia con Ferrante che sembra aver tutte le carte in regola per portare i suoi avanti. Rosati non si fa trovare impreparato e con un miracolo salva in angolo. Il direttore di gara non concede recupero e al 45′ si va alla pausa.

Secondo tempo Nessun cambio interessa le due squadre al ritorno dagli spogliatoi. Il risultato si sblocca al 3′. Gran lancio di Pajac da sinistra all’indirizzo di Han. L’attaccante asiatico svetta, incorna e manda la palla alle spalle dell’estremo difensore dei biancazzurri. Boscaglia corre ai ripari all’8, inserendo Martinelli al posto di Ndoj. Il croato azzarda l’assolo anche al 13′, ma il suo tiro finisce addosso a Minelli. Sul tiro dalla bandierina, Bandinelli prova a stupire l’estremo casalingo dalla lunga. Si riparte con una rimessa dal fondo. Al 14′ avvicendamento per la trequarti a opera di Giunti: fuori Buonaiuto e dentro Terrani. Passano 60″ e per il Brescia fa il suo ingresso in campo il grande ex Caracciolo, salutato dai tifosi bresciani con un boato di acclamazione. Come volevasi dimostrare, è proprio l’airone l’uomo che dà la scossa ai padroni di casa. Al 22′ inserimento dalla sinistra a opera di Machin. Il bomber delle rondinelle imbecca, Rosati tocca ma il pallone supera lo stesso la linea. Al 24′ Boscaglia viene allontanato dalla panchina dal direttore di gara a causa delle sue forti proteste dopo il giallo rifilato a Martinelli. Al 28′ per il Perugia nuovo rimescolamento nel reparto avanzato, con Falco che subentra all’autore del gol degli ospiti. La rimonta bresciana si completa al 35′. Assist di Caracciolo per Bisoli che batte Rosati e torna a regalare ai suoi la gioia della vittoria.

I risultati della settima giornata di B Parma-Salernitana 2-2, Cittadella-Entella 0-1, Pro Vercelli-Cesena 5-2, Brescia-Perugia 2-1, Ascoli-Palermo 0-0, Carpi-Pescara 0-1, Spezia-Bari 1-0, Ternana-Venezia 2-3, Avellino-Empoli 3-2, Foggia-Novara (domenica alle 15), Frosinone-Cremonese (lunedì alle 20.30)

Classifica Frosinone*, Perugia, Palermo, Avellino 13, Empoli, Carpi 11, Pescara, Cittadella, Venezia, Parma, Spezia 10, Brescia*, Bari, Entella 9, Cremonese*, Salernitana 8, Ascoli 7, Novara*, Foggia 6*, Ternana*, Pro Vercelli 5, Cesena 4

*una partita in meno

Prossimo turno Salernitana-Ascoli (sabato alle 18), Cesena-Spezia (sabato alle 20.30), Pescara-Cittadella (domenica alle 12.30), Palermo-Parma (domenica alle 15), Entella-Brescia, Bari-Avellino, Venezia-Carpi, Cremonese-Ternana, Empoli-Foggia, Perugia-Pro Vercelli, Novara-Frosinone (domenica alle 20.30)

Recupero: Ternana-Brescia (martedì 3 ottobre alle 20.30)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere