sabato 19 Giugno 2021 - 00:03
31.9 C
Rome

Il Pd umbro volta pagina, il 13 giugno sarà ufficializzato il segretario Bori

L’occasione sarà anche quella dell’elezione di Camilla Laureti a segretario provinciale del Pd di Perugia, dopo l’elezione del segretario provinciale di Terni, Fabrizio Bellini, lo scorso 12 maggio

PERUGIA – Dopo tante polemiche (inutili) il Pd umbro volta pagina.  E’ stata convocata per domenica 13 giugno l’assemblea che ufficializzerà il nuovo segretario regionale Tommaso Bori. (attuale capogruppo in Regione ndr) Sarà presente anche il segretario nazionale Enrico Letta che intanto ha in programma un incontro al Nazareno, per giovedì della prossima settimana, alla presenza del segretario Tommaso Bori e degli altri candidati al congresso, che poi si sono ritirati: Torrini, De Rebotti e Presciutti. L’intenzione è quella di ricucire gli strappai. Si vero. Intanto all’assemblea regionale di domenica 13 sono convocati  300 delegati e parteciperà anche Brando Benifei, capo delegazione Pd Parlamento Europeo. L’occasione sarà anche quella dell’elezione di Camilla Laureti a segretario provinciale del Pd di Perugia, dopo l’elezione del segretario provinciale di Terni, Fabrizio Bellini, lo scorso 12 maggio.

Bori  “Con la convocazione delle assemblee provinciali e regionale – dice il segretario Bori – non solo si conclude il percorso congressuale, ma si apre una fase nuova del Pd in Umbria. Ora inizia il vero lavoro. Dal Nazionale scelte importanti, che riconoscono il percorso fatto e gli organismi eletti. In Umbria più che mai serve un Partito Democrarico che deve essere plurale ma non anarchico, come tristemente accaduto negli ultimi anni. Dopo questo congresso è sempre più ferma la convinzione che la partecipazione paghi, nei modi e nei contenuti. L’obiettivo è quello di fare vincere l’intelligenza collettiva, il dialogo e la pluralità delle posizioni e dei valori, partendo dall’assunto comune, e condiviso, che non esiste confronto senza volontà, e che la sintesi è raggiungibile solo impiegando tutte le energie e le proposte che solo una realtà ben strutturata e coesa può raccogliere e consolidare”.

Aprire Secondo il segretario in pectore “dobbiamo quindi aprire e mettere al centro i temi del lavoro, dei diritti sociali e civili, della sostenibilità e dell’ambiente. La lotta alla diseguaglianza comincia da qui, dalle diseguaglianze, di genere e nelle opportunità di partenza. In Umbria, come in Italia, dobbiamo costruire il partito delle competenze e dei territori per superare quello delle correnti e dei personalismi”. Insomma, con tutte le migliori intenzioni, si volta pagina.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi